Vale 6 miliardi il mercato IoT in Italia nell’Osservatorio del PoliMi

Pubblicato il 3 maggio 2021
Osservatorio IoT

Il mercato italiano dell’IoT regge il colpo della pandemia e, come si evince dalla ricerca dell’Osservatorio Internet of things della School of management del Politecnico di Milano, pur con una flessione del -3%, raggiunge nel 2020 un valore di 6 miliardi di euro, con 93 milioni di connessioni IoT attive in Italia.

La spesa è divisa equamente tra applicazioni che usano la tradizionale connettività cellulare (tre miliardi di euro, -6%) e quelle che sfruttano altre tecnologie di comunicazione (tre miliardi, stabile sul 2019). Tra queste ultime, le reti Low power wide area (LPWA) crescono del +100% e toccano per la prima volta un milione di connessioni. Forte quindi la spinta che proviene dalla vendita di servizi collegati a oggetti connessi, in crescita del +4% toccando un valore di 2,4 miliardi di euro.

Osservatorio IoT Polimi mercato

Osservatorio IoT Polimi connessioni

Il primo segmento di mercato è lo smart metering e Smart asset management nelle Utility, per 1,5 miliardi di valore (-13%). Nel 2020 sono stati installati altri 2,7 milioni di contatori gas connessi presso utenze domestiche, portando la diffusione al 69% del parco complessivo, e ben 4,8 milioni di smart meter elettrici di seconda generazione, raggiungendo il 50% del totale dei contatori elettrici. Al secondo posto troviamo le auto connesse, con un fatturato di 1,18 miliardi (-2%), pari al 20% del mercato, e 17,3 milioni di veicoli connessi (il 45% del parco circolante in Italia). Viene quindi lo smart building, che vale 685 milioni di euro (+2%), legato prevalentemente alla videosorveglianza e alla gestione dei consumi energetici all’interno dell’edificio.

Tra i comparti, la crescita più forte è nella Smart agricolture, +17% a quota 140 milioni di euro e trainata da soluzioni per il monitoraggio e il controllo di mezzi e attrezzature agricole, macchinari connessi e robot per le attività in campo. Seguono le soluzioni per la Smart factory (385 milioni, +10%) e per Smart logistics (610 milioni, +4%), con soluzioni usate per la gestione delle flotte aziendali e di antifurti satellitari e ben 1,9 milioni di mezzi per il trasporto merci connessi tramite SIM. Infine la Smart City (560 milioni di euro, +8%), che vede un aumento del numero dei progetti avviati dai comuni e i primi esempi di successo di collaborazioni fra pubblico e privato.

Osservatorio IoT PoliMi industria

Continua quindi la crescita nell’Industrial IoT, dove si riduce il gap tra grandi aziende e PMI: da un sondaggio condotto su 102 grandi aziende e 295 PMI italiane, l’Osservatorio rileva che il 94% delle grandi realtà conosce le soluzioni IoT per Industria 4.0, e il 68% ha già avviato almeno un progetto. Fra le PMI solo il 41% ne ha conoscenza, e il 6% ha avviato progetti. Le applicazioni più diffuse sono legate alla gestione della fabbrica (66%), soprattutto per controllo in tempo reale della produzione e dei consumi energetici. Seguono quelle di supporto alla logistica (27%), guidata dalla tracciabilità dei beni nel magazzino o lungo la filiera, e lo Smart lifecycle (7%), con progetti per migliorare lo sviluppo di nuovi modelli e l’aggiornamento dei prodotti.



Contenuti correlati

  • Sensori al centro del processo nella Smart Factory

    Nell’epoca della digitalizzazione sempre più spinta e della manutenzione da remoto, i sensori acquistano una sempre maggiore centralità nella Smart Factory. Questi prodotti garantiscono l’analisi e il controllo continuo del processo di produzione. Vediamo gli ultimi sviluppi tecnologici...

  • Mondial acquisizioni meccatronica
    Due acquisizioni per Mondial nel mondo della meccatronica

    Cresce e si rafforza nel mercato della meccatronica il Gruppo Mondial, importante realtà italiana che opera nel settore delle trasmissioni di potenza, che annuncia di aver appena concluso due nuove acquisizioni. Mondial ha infatti acquisito il controllo...

  • Deloitte Aerospace digitale
    Innovazione digitale cruciale per l’Aerospace in Europa

    Le tecnologie digitali avranno un ruolo decisivo per rilanciare la competitività dei settori aerospaziale e della difesa secondo Deloitte, reagendo alla crisi innescata dalla pandemia soprattutto nel comparto dell’aeronautica civile. Per coglierne pienamente i vantaggi, l’adozione deve...

  • BandR Innovations Day
    Movimentazione con sei gradi di libertà con B&R l’8 aprile

    Movimentazione in produzione con sei gradi di libertà e automazione aperta saranno i temi cardine di Innovations Day 2021, evento in digitale che B&R organizza giovedì 8 aprile, in collaborazone con ABB, Asotech, Heidenhain e SPS Italia....

  • IBM cloud Made cc
    Cloud IBM per i progetti di Fabbrica digitale del Made

    Il Competence Center Made di Milano utilizzerà il cloud aperto e sicuro di IBM per ospitare e supportare i progetti di fabbrica digitale sviluppati dai suoi partner. La piattaforma offrirà a Made e ai suoi clienti capacità...

  • Ecospray scrubber AI relayr
    AI per il navale ecosostenibile di Ecospray

    Ecospray, società specializzata in sistemi per il controllo delle emissioni in applicazioni navali e industriali, ha scelto relayr, azienda tedesca attiva nel settore IoT, per creare nuove soluzioni di desolforazione basate sulla AI per l’industria navale. La...

  • Omron Scara i4L
    Automazione leggera in Scara da Omron

    Omron lancia la serie di robot Scara i4L per impieghi leggeri, che offrono capacità di carico fino a 5 kg e tre possibili aree di lavoro con portate di 350 mm, 450 mm e 550 mm. Ideale...

  • Telmotor webinar UR Siemens
    Cobot e automazione nel webinar Telmotor con UR e Siemens

    Telmotor organizza il 17 marzo alle ore 15 un webinar in collaborazione con Siemens e Universal Robots in cui verranno messi in luce i principali vantaggi derivanti dall’integrazione fra i cobot e i sistemi di automazione, nel...

  • 3M concorso car wrapping Piemontesina
    Car wrapping per Torino con 3M e ‘Piemontesina’ di Alessandro Ceccon

    E’ ‘Piemontesina’ di Alessandro Ceccon il progetto vincitore del car wrapping contest 3M Surface for Change, concorso che ha visto sfidarsi studenti del Politecnico di Milano e dell’Istituto d’Arte applicata e design. Obiettivo, creare l’automobile del futuro...

  • Dunkermotoren motori Profinet
    Profinet integrata e certificata nei motori Dunkermotoren

    I motori serie BG dPro di Dunkermotoren offrono interfaccia Profinet completamente integrata, consentendo accesso a tutti i dati di processo disponibili al fine di ottimizzarne la fruizione e rendere i dispositivi del tutto trasparenti. L’azienda è stata...

Scopri le novità scelte per te x