Vale 6 miliardi il mercato IoT in Italia nell’Osservatorio del PoliMi

Pubblicato il 3 maggio 2021
Osservatorio IoT

Il mercato italiano dell’IoT regge il colpo della pandemia e, come si evince dalla ricerca dell’Osservatorio Internet of things della School of management del Politecnico di Milano, pur con una flessione del -3%, raggiunge nel 2020 un valore di 6 miliardi di euro, con 93 milioni di connessioni IoT attive in Italia.

La spesa è divisa equamente tra applicazioni che usano la tradizionale connettività cellulare (tre miliardi di euro, -6%) e quelle che sfruttano altre tecnologie di comunicazione (tre miliardi, stabile sul 2019). Tra queste ultime, le reti Low power wide area (LPWA) crescono del +100% e toccano per la prima volta un milione di connessioni. Forte quindi la spinta che proviene dalla vendita di servizi collegati a oggetti connessi, in crescita del +4% toccando un valore di 2,4 miliardi di euro.

Osservatorio IoT Polimi mercato

Osservatorio IoT Polimi connessioni

Il primo segmento di mercato è lo smart metering e Smart asset management nelle Utility, per 1,5 miliardi di valore (-13%). Nel 2020 sono stati installati altri 2,7 milioni di contatori gas connessi presso utenze domestiche, portando la diffusione al 69% del parco complessivo, e ben 4,8 milioni di smart meter elettrici di seconda generazione, raggiungendo il 50% del totale dei contatori elettrici. Al secondo posto troviamo le auto connesse, con un fatturato di 1,18 miliardi (-2%), pari al 20% del mercato, e 17,3 milioni di veicoli connessi (il 45% del parco circolante in Italia). Viene quindi lo smart building, che vale 685 milioni di euro (+2%), legato prevalentemente alla videosorveglianza e alla gestione dei consumi energetici all’interno dell’edificio.

Tra i comparti, la crescita più forte è nella Smart agricolture, +17% a quota 140 milioni di euro e trainata da soluzioni per il monitoraggio e il controllo di mezzi e attrezzature agricole, macchinari connessi e robot per le attività in campo. Seguono le soluzioni per la Smart factory (385 milioni, +10%) e per Smart logistics (610 milioni, +4%), con soluzioni usate per la gestione delle flotte aziendali e di antifurti satellitari e ben 1,9 milioni di mezzi per il trasporto merci connessi tramite SIM. Infine la Smart City (560 milioni di euro, +8%), che vede un aumento del numero dei progetti avviati dai comuni e i primi esempi di successo di collaborazioni fra pubblico e privato.

Osservatorio IoT PoliMi industria

Continua quindi la crescita nell’Industrial IoT, dove si riduce il gap tra grandi aziende e PMI: da un sondaggio condotto su 102 grandi aziende e 295 PMI italiane, l’Osservatorio rileva che il 94% delle grandi realtà conosce le soluzioni IoT per Industria 4.0, e il 68% ha già avviato almeno un progetto. Fra le PMI solo il 41% ne ha conoscenza, e il 6% ha avviato progetti. Le applicazioni più diffuse sono legate alla gestione della fabbrica (66%), soprattutto per controllo in tempo reale della produzione e dei consumi energetici. Seguono quelle di supporto alla logistica (27%), guidata dalla tracciabilità dei beni nel magazzino o lungo la filiera, e lo Smart lifecycle (7%), con progetti per migliorare lo sviluppo di nuovi modelli e l’aggiornamento dei prodotti.



Contenuti correlati

  • Nord inverter Nordac ON
    Inverter decentralizzato Nord con Ethernet integrato

    Nord Drivesystems presenta Nordac ON, inverter decentralizzato con interfaccia Ethernet flessibile integrata, compatto e intelligente sviluppato per soddisfare i requisiti della tecnologia di trasporto orizzontale nei magazzini. Il dispositivo è montato direttamente sull’alloggiamento dell’azionamento e copre gli...

  • Siemens Maire Tecnimont manutenzione predittiva attività EPC
    Manutenzione predittiva in EPC con Siemens e Maire Tecnimont

    Siemens Italia e il Gruppo Maire Tecnimont, tramite Tecnimont Spa – suo principale EPC contractor – hanno firmato un accordo per offrire servizi digitali avanzati per la manutenzione predittiva degli impianti dei clienti, aiutandoli a migliorare l’operatività...

  • Mitsubishi Electric Scada
    Automazione Scada e IoT ampliati con Mitsubishi Electric

    Mitsubishi Electric amplia la propria linea di soluzioni software di automazione Scada e IoT per i mercati Emea, grazie anche all’acquisizione nel 2019 della statunitense Iconics. L’offerta in tale ambito dell’azienda include già una gamma completa di...

  • Chip per semiconduttori, Bosch apre a Dresda la sua prima fabbrica AIoT

    Bosch ha aperto a Dresda la sua prima fabbrica AIoT per la produzione di chip per semiconduttori completamente connessa, basata sui dati e auto ottimizzante. La presentazione della struttura high tech è avvenuta lo scorso 7 giugno,...

  • Cobot intuitivi Universal Robots, non solo in fabbrica

    Sdoganata l’idea che il cobot sia solo appannaggio delle fabbriche, il suo utilizzo è anche in agricoltura, nella sanità, nel turismo ma anche nelle scuole. Tuttavia, serve semplificarne la programmazione. Universal Robots ha presentato la ‘Carta delle...

  • Perché quella dell’Intelligenza Artificiale non è una sfida convenzionale

    Quello dell’Intelligenza Artificiale è un mercato ancora piccolo, ma dinamico, resiliente e declinato su vari fronti. Nel 2020 ha continuato a crescere e a coinvolgere tutta la filiera. Ampio ancora il margine di sviluppo e tante le...

  • RW giunto AIC intelligente HMI
    Giunti intelligenti R+W per HMI efficace nella smart factory

    La famiglia di giunti intelligenti AIC (artificial intelligence coupling) di R+W Italia dà concretezza al concetto di interazione uomo-macchina, o HMI. Il componente è pensato in ottica Industria 4.0 ed è infatti dotato di sensori integrati che...

  • Universal Robots robotica collaborativa agricoltura
    Robotica collaborativa in agricoltura con Universal Robots il 1° luglio

    Si terrà giovedì 1 luglio il primo dei quattro eventi organizzati con Universal Robots connessi al percorso di valorizzazione e messa in pratica delle proposte contenute nella Carta delle idee della Robotica Collaborativa di UR. In questo...

  • Fanuc Robocut a-CiC elettroerosione a filo
    Elettroerosione a filo Fanuc ottimizzata in precisione e velocità

    La serie di macchine per elettroerosione a filo Robocut a-CiC di Fanuc è stata migliorata per offrire livelli ancor più elevati di affidabilità, velocità e precisione di taglio e finitura superficiale. Alla base di molti dei miglioramenti...

  • Mitsubishi SMKL digitalizzazione Kaizen
    Digitalizzazione Kaizen metodica e graduale con Mitsubishi Electric

    Si chiama SMKL, Smart manufacturing Kaizen level, l’approccio alla digitalizzazione metodico e graduale proposto da Mitsubishi Electric, basato sulla filosofia giapponese del miglioramento continuo. Il processo di transizione proposto dall’azienda prevede infatti un miglioramento passo passo, partendo...

Scopri le novità scelte per te x