Prospettive per l’economia italiana nel 2021-2022

Pubblicato il 4 giugno 2021

Lo scenario internazionale nella prima parte del 2021, secondo i dati Istat, è stato caratterizzato da una ripresa economica che si è distribuita in maniera eterogenea fra paesi e settori produttivi. Il comparto industriale ha proseguito nel processo di recupero, sostenendo gli scambi mondiali di merci in volume, mentre le attività dei servizi sono ancora influenzate dalle misure di contenimento sociale. A marzo, gli scambi mondiali hanno mostrato una decisa crescita congiunturale in accelerazione dal mese precedente (rispettivamente +2,2% e +0,1%, fonte: Central planning bureau) che è attesa proseguire. Nel complesso, nel primo trimestre, il commercio internazionale di merci in volume è cresciuto del 3,5% rispetto ai tre mesi precedenti. Per l’Italia si prevede una sostenuta crescita del PIL sia nel 2021 (+4,7%) sia nel 2022 (+4,4%). Nel biennio di previsione l’aumento del PIL sarà determinato dalla domanda interna al netto delle scorte (rispettivamente +4,6 e +4,5 punti percentuali) trainata dagli investimenti (+10,9% e +8,7%) e, con un’intensità minore ma significativa, dalla spesa delle famiglie e delle ISP, Istituzioni Sociali Private (+3,6% e +4,7%). Le prospettive economiche mondiali restano contraddistinte da elevata incertezza rispetto al progresso delle campagne vaccinali e al timing ed efficacia delle misure di sostegno degli investimenti e dell’occupazione.

Le previsioni della Commissione europea indicano per quest’anno una decisa ripresa del PIL mondiale con una intensità in grado di assicurare il riassorbimento della contrazione segnata lo scorso anno (+5,6% dal -3,4% nel 2020). Gli andamenti sarebbero caratterizzati da una forte eterogeneità tra i paesi a favore di quelli emergenti e in via di sviluppo che registrerebbero un più accentuato dinamismo.

Nei primi mesi dell’anno il ciclo economico si è rafforzato in Cina e negli Stati Uniti mentre nell’area euro l’attività economica ha subito una flessione, scontando l’implementazione delle ulteriori misure di contenimento, introdotte per contrastare la terza ondata della diffusione del virus. Il PIL cinese, nel primo trimestre è aumentato dello 0,6% su base congiunturale (+6,5%) evidenziando segnali positivi per tutti gli aggregati. Il miglioramento è atteso estendersi anche ai prossimi mesi e la crescita attestarsi al 7,9% nell’anno. Il ciclo espansivo continuerà anche nel 2022 seppure con intensità più contenute (+5,4%). Negli Stati Uniti, nel primo trimestre l’attività economica ha segnato un ulteriore rafforzamento (+1,6% la variazione congiunturale nel primo trimestre, +1,1% in quello precedente), caratterizzato dalla ripresa di consumi e investimenti che hanno beneficiato dal consistente programma di stimolo fiscale. Gli indicatori anticipatori evidenziano il proseguimento della fase espansiva che porterebbe la crescita annua al 6,3% mentre il progressivo esaurimento delle misure di sostegno determinerebbe un rallentamento nel 2022 (+3,8%).



Contenuti correlati

  • Produzione industriale in crescita. Beni strumentali +119,5%

    Ad aprile, secondo i dati Istat, col quinto mese consecutivo di crescita congiunturale, il livello dell’indice destagionalizzato della produzione industriale supera i livelli prepandemici di febbraio 2020. Tutti i principali settori di attività registrano incrementi su base...

  • SPS Italia Digital Days 2021 fabbrica intelligente
    SPS Italia si sposta al 2022 e tornano a maggio gli SPS Digital Days

    Viene spostato dal 24 al 26 maggio 2022 l’appuntamento con SPS Italia, evento dedicato all’industria intelligente, digitale e flessibile. La decisione è stata presa in accordo con espositori e partner dell’evento organizzato da Messe Frankfurt Italia, con...

  • Ucimu addio Giancarlo Losma
    Addio a Giancarlo Losma, past president di Ucimu

    Se ne è andato venerdì 30 aprile, Giancarlo Losma, past president di Ucimu-Sistemi per produrre, l’associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione, che ha guidato dal 2008 al 2011. Imprenditore visionario, fondatore dell’azienda che...

  • Madein4, l’innovazione migliora la manifattura

    Il Ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti ha firmato il decreto che autorizza l’accordo per l’innovazione con le regioni Lombardia e Sicilia per la realizzazione di un progetto di ricerca e sviluppo nel settore delle produzioni microelettroniche. Si tratta di un progetto, denominato “MADEin4”,...

  • HANNOVER MESSE
    Futuro ibrido per il settore fieristico con Hannover Messe

    Il futuro del settore fieristico sarà ibrido, combinando la formula digitale con i pregi della presenza fisica presso gli stand di espositori e visitatori. E’ quanto prevede Hannover Messe reduce dalla sua prima manifestazione totalmente in digitale,...

  • Bonfiglioli acquisto Sampingranaggi
    Sampingranaggi entra in Bonfiglioli

    Bonfiglioli si è aggiudicata l’acquisto in asta di Sampingranaggi (Samp) di Bentivoglio (BO) per un importo di euro 7.158.000, coronando l’interesse già dimostrato per l’azienda in virtù della piena sinergia del suo know-how con le strategie progettuali...

  • Crescita globale in rialzo

    Il Fondo monetario internazionale ha rivisto al rialzo le previsioni di crescita globale, sottolineando che ‘l’uscita dalla crisi diventa più visibile’. Dopo il crollo del 3,3% del PIL mondiale del 2020, ora stima un rimbalzo del 6%...

  • Istat, fatturato dell’industria gennaio 2021

    Secondo i dati Istat, a gennaio 2021 si stima che il fatturato dell’industria, al netto dei fattori stagionali, aumenti del 2,5% in termini congiunturali; la crescita è più ampia sul mercato estero (+5,0%), meno marcata su quello...

  • prima_industrie piano industriale
    Prima Industrie oltre i 500 milioni nel piano industriale al 2023

    Il nuovo piano industriale di Prima Industrie prevede ricavi oltre i 500 milioni di euro al 2023, con una crescita organica del 5% anno su anno rispetto al 2019. L’azienda ha registrato un recupero nei ricavi e...

  • Macchine per costruzioni: nel 2020 il mercato recupera il fermo del lockdown

    Il quarto trimestre recupera le perdite di inizio anno. Il mercato italiano delle macchine per costruzioni ha saputo recuperare in maniera molto dinamica il fermo del lockdown di primavera e ha dimostrato di poter giocare, insieme a tutto...

Scopri le novità scelte per te x