Compressori con tecnologia VSD Atlas Copco, emissioni ridotte dell’11%

Pubblicato il 22 aprile 2022
Atlas Copco riduzione emissioni compressori VSD

Uno studio Atlas Copco mostra come i compressori oil-free con tecnologia ad azionamento variabile VSD+ dell’azienda nel loro intero ciclo di vita riducano le emissioni di Co2 dell’11%. Ciò comporta che, se la tecnologia fosse adottata a livello mondiale, si avrebbe nell’intero ciclo di vita una riduzione di emissioni di 9,2 milioni di tonnellate di Co2, pari a quelle prodotte in un anno da due milioni di automobili.

Il confronto è stato fatto tra il compressore oil-free ZR VSD+, utilizzato principalmente nei settori alimentare, chimica, industria tessile e nei processi di verniciatura automotive, con la migliore macchina Atlas Copco della precedente generazione. L’azienda investe da anni nella progettazione di prodotti a elevate prestazioni e consumi ridotti, e fattore chiave per l’efficienza energetica è la tecnologia di azionamento a velocità variabile VSD (Variable speed driver), che consente di adattare la portata di aria erogata alle effettive necessità, riducendo costi energetici e impatto ambientale. Atlas Copco ha integrato questa tecnologia nei compressori d’aria già nel 1994. Dopo circa vent’anni l’azienda ha poi introdotto la tecnologia VSD+, che porta la riduzione del consumo di energia e delle emissioni delle aziende che lo utilizzano a livelli ancora superiori.

Fra i sistemi in commercio con questa tecnologia figurano i compressori a vite oil-free ZT (raffreddati ad aria) e ZR (raffreddati ad acqua) VSD+, che garantiscono assenza di contaminazione da oli nel ciclo produttivo e offrono una riduzione del consumo di energia fino al 35% (in relazione a sistemi con velocità fissa), garantendo un rapido ritorno dell’investimento. La caratteristica maggiormente innovativa è la presenza di due motori a magneti permanenti azionati da due inverter Noes progettati ‘in house’, che permettono ai due stadi di compressione di lavorare a velocità differente garantendo sempre la giusta portata con la migliore efficienza. I nuovi motori hanno un maggiore grado di protezione da contaminazioni esterne, raggiungendo il livello IP66, e una maggiore efficienza, che è arrivata alla classe IE5 (leader di categoria in base allo standard IEC/EN 60034-30-1). Il sistema di supervisione Smartlink, installato di serie, permette quindi di controllare e migliorare l’efficienza aiutando a prevenire potenziali problemi.

Atlas Copco riduzione emissioni Emiliano Farnesi compressori VSD“I compressori ZR VSD+ hanno permesso un salto di qualità fondamentale, portando ai clienti un risparmio del 10% superiore rispetto a quelli della generazione precedente, il che significa, ad esempio, un risparmio di quasi 10.000 euro all’anno sul modello da 160 kW – afferma Emiliano Farnesi, product manager compressori oil-free di Altas Copco -. Dal loro lancio ad oggi, sono state installate nel mondo più di 500 unità, ciascuna delle quali permette di risparmiare dalle 40 alle 60 tonnellate di CO2 all’anno, a seconda del profilo della domanda d’aria. Per questo motivo, il team che ha progettato questo compressore oil-free ha ricevuto nel 2020 il premio John Munck Award, riconoscimento assegnato dall’azienda per lo sviluppo di progetti innovativi che abbiano avuto successo dal punto di vista commerciale”.



Contenuti correlati

Scopri le novità scelte per te x