Tecnologie elettromeccaniche Moog: eccellenza e affidabilità Made in Italy

Pubblicato il 30 novembre 2021

La collaborazione con il cliente e l’orientamento proattivo nell’adattare la tecnologia alle applicazioni specifiche rappresentano, da sempre, gli elementi fondamentali al cuore dei sistemi di motion control di Moog, leader mondiale nella fornitura di soluzioni ad alte prestazioni per l’automazione industriale. Elemento distintivo dell’azienda è, infatti, la sua abilità di lavorare a stretto contatto con i costruttori di macchine, per fornire il giusto mix di tecnologie elettriche, idrauliche e ibride, secondo un approccio “technologically neutral”, volto ad assicurare performance e affidabilità di altissimo livello. Una necessità, oggi più che mai, dettata dalla forte concorrenza e dall’attuale scenario economico che obbliga i progettisti ad accrescere continuamente l’efficienza e l’affidabilità degli impianti. In tal senso, le tecnologie elettromeccaniche rappresentano, di fatto, una parte importante dell’intera “Total Solution” Moog tra cui spiccano la serie realizzate presso il sito di Casella, in provincia di Genova.

In questo stabilimento, che vanta attualmente una superficie complessiva di più di 33.000 m2 e un organico di 80 dipendenti, vengono ideati e realizzati motori, azionamenti e attuatori. Un plus rilevante che permette, soprattutto nello sviluppo di soluzioni custom, di conseguire un importante vantaggio competitivo. Per chi progetta i drive, infatti, avere vicino chi si occupa dei motori significa poter interagire, in tempo reale, al fine di sviluppare algoritmi sempre più precisi, oppure controlli costanti finalizzati ad un’ottimizzazione complessiva del sistema. Un approccio di condivisione di know-how ed expertise che rappresenta un ulteriore punto di forza, che si declina concretamente nella possibilità per gli OEM di collaborare a quattro mani con il team di ingegneri Moog nello sviluppo di funzionalità particolari. L’elevata capacità di personalizzazione ed il supporto al cliente rappresentano, di fatti, alcuni tra gli elementi di differenziazione di Moog rispetto alla concorrenza. Accanto a quest’attività, lo stabilimento di Casella svolge un importante ruolo di supporto agli altri siti Moog nel mondo, per l’implementazione di applicazioni che utilizzano servo drive e servomotori.

 

I servodrive, esempio dell’expertise Moog nelle tecnologie elettromeccaniche

L’ampia offerta si compone delle soluzioni decentralizzate DI2020 e DR2020 e centralizzate DM2020 e DS2020, che condividono la medesima piattaforma DX2020, progettata in-house. Tutti i prodotti vantano la medesima tipologia di controllo dei motori e lo stesso software da installare su PC per la parametrizzazione o la registrazione dei dati.

Oltre a disporre di un’architettura con bus condiviso, che rende possibile lo scambio di energia tra motori che decelerano e accelerano, questi sistemi sono disponibili anche con modulo capacitivo ABC che incrementa lo scambio energetico tra i diversi assi del sistema, per una riduzione della carbon footprint della macchina. Inoltre, i collegamenti dei moduli esterni a super capacità permettono di fornire in modo autonomo i picchi richiesti dal ciclo della macchina. In aggiunta, per ottimizzare ulteriormente il consumo di energia della rete, è possibile scegliere il nuovo modello DE2020, che consente di controllare la potenza assorbita limitandola al valore nominale richiesto. Nello specifico, il modulo Moog DE2020 immagazzina energia nel corso del suo normale funzionamento, per restituirla nei picchi di attività. Ciò permette di dimensionare il sistema ad un livello inferiore e costante di consumo energetico, rendendo il layout elettrico della macchina più snello ed economicamente efficiente: caratteristiche fondamentali per un’applicazione industriale intelligente.

 

Il DI2020 (nella foto sotto) è un servoazionamento con elettronica integrata nel motore. Tale sistema assicura una razionalizzazione dei cablaggi, una riduzione degli ingombri e una struttura decentralizzata del controllo della macchina, flessibile e facile da gestire.

Pensato, invece, per applicazioni con elettronica distribuita sulla macchina, il DR2020 è un azionamento, singolo asse, integrabile all’interno di una configurazione multiasse. In virtù della protezione IP67 non richiede l’installazione all’interno dell’armadio elettrico e può essere posizionato a bordo macchina con una conseguente riduzione degli ingombri e razionalizzazione dei cablaggi. Un plus garantito anche dalla possibilità di collegare insieme questi sistemi as a chain, con un unico cavo.

Il DR2020 e il DI2020 sono studiati per assicurare ai clienti una superiore configurabilità delle macchine, riducendo al minimo i tempi di installazione e di messa in servizio. Si tratta di soluzioni ideali in numerosi settori industriali, come il converting, packaging, plastica e deformazione della lamiera. Infine, ulteriore applicazione degna di nota è l’elettrificazione dei veicoli nel mondo mobile, grazie al drive dedicato DR2020ED che permette di controllare il movimento dei motori elettrici utilizzati in sostituzione dei motori a combustione o idraulici per la movimentazione degli attuatori.

 

Il DM2020 è un servoazionamento di ultima generazione progettato per essere installato all’interno dei cabinet in configurazione a singolo o doppio asse. In virtù della sua elevata personalizzazione permette di soddisfare ogni esigenza applicativa, anche la più complessa. Il vantaggio di questo tipo di architettura è la presenza di un’unità di alimentazione condivisa, che consente di ridurre le dimensioni del modulo e l’ingombro del sistema di circa il 50% rispetto all’analoga configurazione stand-alone migliorandone, al contempo, l’efficienza energetica.

 

Il servoazionamento Moog DS2020 digitale stand-alone (nella foto accanto), a singolo asse, è appositamente progettato per il controllo dei motori sincroni o asincroni ed è adatto a installazioni nel quadro elettrico. Le prestazioni e le dimensioni compatte, tra le più ridotte sul mercato tra i drive ad alta tensione, sono i principali punti di forza del DS2020. Questo sistema rende infatti possibile l’ottimizzazione del layout della macchina e la diminuzione del numero di componenti aggiuntivi. Inoltre, copre taglie di corrente da 2 a 199 Arms, potenze da 1 a 100 kW e risponde alla crescente esigenza di flessibilità, semplicità di utilizzo e facilità di installazione. Il DS2020 vanta altresì una vasta gamma di feedback di retroazione, che spaziano dagli encoder assoluti full digital ai resolver, ed è compatibile con i bus di campo CANopen, Ethercat e Profinet, che affiancano l’interfaccia analogica. In aggiunta, gli anelli di controllo con elevata frequenza di campionamento (fino a 16 kHz) garantiscono risposte rapide e massima accuratezza nell’esecuzione dei movimenti. La facilità di utilizzo è migliorata dalla presenza del configuratore DX2020 che rende possibile, tramite PC, l’accesso ai parametri e la scelta tra le modalità di funzionamento. Il DS2020 è compatibile, oltre che con i motori Moog, anche con altri presenti sul mercato, a favore di una flessibilità superiore. In tal senso, il DS2020 è ideale per numerose applicazioni, da quelle ad alta ripetitività e velocità, come le macchine per preformatura delle lamiere, ai comparti dove è richiesta alta potenza ed efficienza, ovvero l’iniezione della plastica, agli assi tradizionali, alle servopompe. Moog ha infatti sviluppato un software per il controllo specifico di queste ultime soluzioni e il DS2020 risulta, dunque, particolarmente performante in sistemi “misti”, in cui sono presenti motori brushless, azionamenti e circuiti idraulici. Ne è un esempio l’EPU (l’Unità Motore Pompa Elettro-idrostatica Moog) cuore dell’attuazione elettro-idrostatica, che favorisce l’implementazione di un sistema di trasmissione decentralizzato. Un sistema ibrido che rappresenta un importante fattore di differenziazione di Moog sul mercato e di cui l’azienda ha il vantaggio di avere all’interno tutte le competenze necessarie.

 

Un approfondimento sui servo drive Moog di Casella è disponibile al seguente indirizzo: https://youtu.be/ATaKX5Yj1tM

 

Maggiori dettagli sulla gamma completa di motori Moog in questo  video: https://youtu.be/mdU0Hstrcis

 

Il focus sul servoazionamento DS2020 è disponibile al link: https://youtube/a4xOl-RPUB4



Contenuti correlati

  • Yaskawa robot packaging GP8L
    Robot Yaskawa ottimizzato per applicazioni nel packaging

    Yaskawa ha progettato e ottimizzato la cinematica, il design e le prestazioni del robot Motoman GP8L per rispondere alle esigenze del crescente mercato della logistica e dell’e-commerce, per movimentazione di merci, prelievo pezzi e svuotamento di contenitori,...

  • RW bilancio crescita 2021 Davide Fusari
    Giunti intelligenti, packaging e automazione, le prospettive R+W per il 2022

    Il 2021 ha portato per R+W una crescita degli ordinativi molto rapida e oltre le aspettative, che l’azienda ha affrontato con i dovuti investimenti, come illustra Davide Fusari, direttore della filiale italiana di R+W. “Dopo la battuta...

  • Leuze cescita doppia cifra Antonio Belletti
    Leuze cresce a doppia cifra e guarda con ottimismo al 2022

    Forte della tenuta che è riuscita a conseguire nel 2020, Leuze Italia si appresta a concludere un 2021 con crescite a doppia cifra, possibili anche grazie alla rinnovata strategia di affiancamento delle local companies avviata da Leuze...

  • Lenze trasparenza OEE gemello digitale
    Trasparenza in OEE e massima produttività con Lenze

    Lenze ha portato alla SPS 2021 di Norimberga a fine novembre due casi d’uso del gemello digitale, per incrementare la disponibilità degli asset e ridurre i tempi di fermo. L’azienda ha per questo ampliato il suo pacchetto...

  • RW giunti macchine packaging alimentare Tecnomax
    Giunti R+W nel packaging alimentare di TecnoMax

    La collaborazione tra R+W e TecnoMax, azienda piacentina che costruisce una vasta gamma di macchine per industria alimentare, consente di trovare sempre il giunto più adatto ad ogni tipo di applicazione sviluppata dall’azienda. Particolarmente abili nello studio...

  • Bosch Rexroth Smart MechatroniX kit meccatronica pressatura
    Fabbrica smart e flessibile con i kit di meccatronica Bosch Rexroth

    Semplicità e velocità di sviluppo e implementazione ispirano la piattaforma Smart MechatroniX di Bosch Rexroth, pensata per la fabbrica del futuro che sarà più intelligente, flessibile, connessa e software-based rispetto ai plant produttivi attuali. Garantendo al contempo...

  • Luca Riva è il nuovo presidente Assofluid e Mauro Rizzolo è il nuovo presidente Assiot

    L’assemblea dei soci di Assiot (associazione italiana dei costruttori di organi di trasmissione e ingranaggi) e di Assofluid (associazione italiana dei costruttori ed operatori del settore oleoidraulico e pneumatico), federate in Federtec, hanno scelto oggi i rispettivi...

  • RobotHeart art of smart robotics 33 BIMU robotica
    RobotHeart, spazio all’arte della robotica in 33.BI-MU nel 2022

    Si chiama RobotHeart l’innovativo progetto espositivo dedicato al mondo della robotica e patrocinato da Siri che sarà ospitato da 33.BI-MU, la biennale della macchine utensile in scena a Fieramilano Rho dal 12 al 15 ottobre 2022. L’evento...

  • Leister riscaldatori imballaggio Pack End Engineering
    Riscaldatori Leister nelle macchine per packaging Pack End

    Pack End Engineering, costruttore emiliano di linee per packaging, impiega sistemi ad aria calda Leister per il trattamento dei coperchi per imballaggio alimentare. In particolare, i riscaldatori LHS41L System e LHS15 Premium di Leister, abbinati alla soffiante...

  • Bosch Rexroth smart function kit servopresse
    Servopresse smart con il kit meccatronico di Bosch Rexroth

    Lo Smart Function Kit per servopresse è il pacchetto meccatronico modulare di Bosch Rexroth composto da componenti meccanici, elettronici e software, studiato per la Factory of the future. Il kit comprende cilindri elettromeccanici e sensori di forza,...

Scopri le novità scelte per te x