Beni strumentali, chiarimenti sul credito d’imposta 

Pubblicato il 28 settembre 2021

C’è una data limite spartiacque per quanto riguarda la disciplina applicabile agli investimenti in beni strumentali (ordinari o 4.0). Ed è il 15 novembre 2020. Infatti per i pagamenti effettuati entro questa data si può usufruire solo dei meno vantaggiosi tax credit della legge 160/2019.  

Per i pagamenti successivi invece, e in particolare dal 16 novembre 2020 al 30 giugno 2021, scatta il credito d’imposta più elevato previsto dalla legge di Bilancio 2021, se l’acconto (inferiore al 20% del totale dell’ordine) è pagato dopo il 15 novembre, anche in presenza di ordini precedenti.  

Questo aspetto fiscale è stato chiaro dall’Agenzia delle Entrate prima con la circolare 9/E/2021 e successivamente con le risposte ad interpello 602 e 603 del 17 settembre 2021. La regola transitoria, con due discipline che si sovrappongono, si applica per gli investimenti effettuati fino al 31 giugno 2021. 

Successivamente, quindi dal 1 luglio 2021, il tax credit previsto resta soltanto quello della legge 178/2020 anche se risulta “prenotato” con ordine e acconto del 20% entro il 15 novembre. 

L’Agenzia ha inoltre ricordato che l’effettivo utilizzo del credito, quindi la possibile compensazione decorre dall’entrata in funzione del bene, ovvero dalla sua interconnessione per i Beni 4.0 (Industria o Transizione 4.0). 

Franco Metta



Contenuti correlati

  • Efficienti e sostenibili

    GF Machining Solution ha presentato, alla scorsa EMO di Milano, una vasta gamma di soluzioni automatizzate. Macchine progettate e costruite secondo il paradigma di Industria 4.0. Ma non è tutto. Grande attenzione alla digitalizzazione dei processi e...

  • Fanuc pacchetti educational robot ITS
    Tecnologie 4.0 Fanuc in regime di agevolazione per gli ITS

    Fanuc ha realizzato per le scuole quattro pacchetti Educational IoT ready che permettono agli ITS di innovare i propri laboratori approfittando delle agevolazioni fiscali messe a disposizione dal Mise, per un totale di 15 milioni di euro...

  • Stratasys GrabCAD additive manufacturing workflow
    Gestione integrata del workflow additivo con piattaforma Stratasys

    Stratasys lancia GrabCAD, piattaforma per additive manufacturing aperta ed enterprise-ready per la gestione integrata dell’intero flusso di lavoro di produzione con stampanti 3D industriali, sia di Stratasys che di altri marchi. La soluzione è progettata per soddisfare...

  • In aumento startup e PMI innovative, +3,3% nel terzo trimestre

    Cresce l’imprenditoria innovativa nel nostro Paese. Lo si evince dall’analisi dei dati del terzo trimestre 2021 su startup e PMI innovative, contenuti nel report che il Ministero dello Sviluppo Economico pubblica ha realizzato insieme a Unioncamere e...

  • ITS, al via le domande di incentivi per 15 milioni

    Entro il 3 dicembre gli ITS (Istituti Tecnici Superiori) potranno richiedere agevolazioni per l’acquisto di beni strumentali, materiali e immateriali, macchinari e servizi che rientrano nell’ambito del Piano Nazionale Industria 4.0. Il ministero dello Sviluppo Economico ha...

  • Bando da 1,1 milioni per coprire a fondo perduto il 50% di investimenti 4.0

    Made – Competence Center ha pubblicato il terzo bando del 2021 da 1,1 milioni di euro a sostegno delle PMI per i progetti di Industria 4.0. Le candidature possono essere inoltrate sino al 13 dicembre 2021 e...

  • Transizione 4.0, dal 2023 diminuisce l’incentivo 

    Il disegno di Legge Bilancio 2022 approvato giovedì scorso dal Cdm riscrive le regole di una delle agevolazioni che più ha spinto la ripresa industriale e manifatturiera del Paese. Industria 4.0, ridenominato successivamente Transizione 4.0, ovvero il credito d’imposta per investimenti in beni strumentali 4.0, secondo le intenzioni...

  • Soluzioni pneumatiche per la Smart Factory

    L’industria della componentistica pneumatica progetta e produce componenti adatti alla nuova svolta epocale dell’innovazione in fabbrica. Si tratta di prodotti nel solco di industria 4.0. Essi sono disponibili per il comparto manifatturiero e dell’automazione. Ecco, qui di...

  • Verso una transizione verde e 4.0

    Le imprese manifatturiere italiane si incamminano sulla strada della transizione green in logica 4.0. Le fabbriche si fanno sempre più digitali ma anche sostenibili. I giovani specializzati possono accelerare la corsa. Il quadro emerge dall’Osservatorio MecSpe presentato...

  • Formazione e competenze i trend sui quali puntare

    Digitalizzazione, sostenibilità e formazione sono i trend sui quali si costruisce la ripresa della manifattura italiana. L’Industrial Smart Working convince molte imprese che all’orizzonte non vedono alternative all’essere green anche se molte non sono ancora pronte. È...

Scopri le novità scelte per te x