Additivo EOS nella formatura a caldo di Audi

Pubblicato il 21 giugno 2021
EOS additivo formatura Audi

Audi rafforza la sua partnership con EOS adottando interamente la produzione additiva per segmenti selezionati di utensili per la formatura a caldo, nel suo centro di stampa 3D dei metalli a Ingolstadt. I metodi di produzione tradizionali non verranno quindi più utilizzati in questi casi.

La produzione additiva con il sistema EOS M 400 viene utilizzata per 12 segmenti di quattro utensili per la formatura a caldo. L’obiettivo di Audi è di stampare in questo modo molti più segmenti. Il produttore utilizza i segmenti di utensili stampati in 3D nel suo reparto presse, per realizzare pannelli di carrozzeria destinati a modelli come l’Audi A4. L’azienda prevede di fare lo stesso per i suoi futuri veicoli elettrici.

Spostare parte delle attività di produzione di segmenti di utensili dalla produzione convenzionale all’additive manufacturing è per Audi passo importante, che evidenzia sia la qualità e l’affidabilità della stampa industriale 3D sia i vantaggi in termini di libertà di progettazione che questo metodo di produzione offre. Questo è l’ultimo risultato della cooperazione di lunga data tra Audi e EOS a Ingolstadt. EOS ha fornito supporto in forma di tecnologia e know-how prima e durante la costruzione del centro di stampa 3D di Audi, che risale al 2016. Da allora, gli esperti di entrambe le aziende hanno fatto progressi costanti nell’uso dell’AM, e Audi ha definito un’applicazione ideale nel settore della formatura a caldo per i veicoli di serie. Utilizzando gli strumenti stampati in 3D sono già state prodotte diverse centinaia di migliaia di pezzi, successivamente installati in modelli selezionati.

Matthias Herker, responsabile tecnico del progetto presso l’Audi Metal 3D Printing Center, afferma: “Dalla qualificazione iniziale da parte di EOS all’ulteriore sviluppo interno, dal perfezionamento dell’intera catena di processo fino alla standardizzazione di un nuovo metodo di produzione, stiamo ora raccogliendo i frutti di anni di sviluppo all’interno dell’organizzazione produttiva di Audi. Ogni volta che i metodi di produzione convenzionali raggiungono il loro limite, ricorriamo alla produzione additiva – che ci permette di soddisfare gli standard di qualità e rispettare i tempi di produzione”.

Audi formatura a caldo additivo EOS M 400“Gli ultimi esempi dimostrano che la stampa 3D è diventata una parte consolidata della produzione di materiali operativi di Audi – aggiunge Markus Glasser, senior vice president EMEA di EOS -. Siamo particolarmente orgogliosi che i segmenti di utensili realizzati con AM siano creati esclusivamente con una stampante 3D industriale di EOS. Audi è un partner con cui possiamo lavorare per continuare a promuovere l’uso dell’AM nella produzione automobilistica – che è per noi un settore chiave”.

Quando la produzione additiva viene utilizzata presso l’Audi Metal 3D Printing Center, l’attenzione si concentra sui segmenti di formatura a caldo e sugli inserti per utensili di pressofusione ad alta pressione. Il reparto di progettazione a Ingolstadt crea interi utensili, che possono misurare fino a 5 x 3 metri. I singoli segmenti di utensili prodotti in modo additivo possono a loro volta essere lunghi fino a 400 mm e pesare fino a 120 kg. Le dimensioni e la complessità dei segmenti dell’utensile significano che tempi di costruzione fino ai 20 giorni non sono rari, motivo per cui l’affidabilità e la qualità del sistema di stampa 3D EOS M 400 utilizzato sono fattori di successo cruciali. La stampa 3D permette di creare canali di raffreddamento molto complessi configurati per il componente specifico all’interno dei segmenti dell’utensile. Questo fornisce un raffreddamento sagomato e più uniforme, permettendo di ridurre il tempo richiesto dai cicli a fronte di una qualità eccezionale – un punto critico per la produzione in serie dell’effettivo componente del veicolo



Contenuti correlati

  • Michelin pneumatici EV auto sportive elettriche
    Michelin presenta i primi pneumatici per auto sportive elettriche

    Nasce dall’esperienza acquisita in sei stagioni di Formula E lo pneumatico Michelin Pilot Sport EV, sviluppato specificamente per rispondere alle esigenze delle auto sportive elettriche. Lo pneumatico introduce la tecnologia ElectricGrip Compound che impiega una mescola più...

  • L’additive manufacturing, nell’industria 4.0

    È certo che la quarta rivoluzione industriale ha cambiato profondamente il modo di lavorare. L’additive manufacturing, nella moderna industria 4.0, sembra essere una tecnologia importante e insostituibile in produzione. I processi disponibili sono differenti, nuovi scenari e...

  • Erre Technology Academy formazione consulenza ingegneristica
    Atelier di ingegneria nella Academy di Erre Technology Group

    Per supportare la ricerca interna di nuovi talenti, Erre Technology Group ha creato Erre Academy, progetto di formazione professionale lanciato dalla società torinese di consulenza ingegneristica. Attiva dal 2013 nei settori automotive, design, ingegneria elettrica ed elettronica...

  • SCM Group servizi digitali
    Servizi digitali evoluti sulle macchine di SCM Group

    SCM Group ha collaborato con Antreem allo sviluppo e perfezionamento della propria piattaforma per servizi digitali destinata a clienti finali, tecnici e manutentori dei propri macchinari per la lavorazione dei materiali, nata nel 2018. SCM Group sviluppa...

  • DUR-ME 60 anni utensili da taglio
    DUR-ME, 60 anni di utensili per lavorazioni di precisione

    Festeggia 60 anni di storia DUR-ME, azienda di Barzago Brianza con un organico di 30 dipendenti che produce utensili da taglio per lavorazioni di precisione aerospaziali, automotive e speciali, per tornitura, fresatura, alesatura e foratura. La produzione...

  • Le innovative proposte di Trumpf a misura di cliente

    Un vero e proprio percorso esplorativo tra le proposte di Trumpf nelle diverse aree applicative aziendali. Un’innovation walk per scoprire nuove soluzioni nell’ambito della punzonatura, del taglio laser, dell’additive manufacturing e del 3D, pensate e realizzate a misura...

  • Moog controllori MC600plus
    Precisione e connettività 4.0 nei controllori Moog

    Moog presenta la release MC600plus che potenzia la sua gamma di controllori MC600 grazie a hardware e software evoluti per prestazioni Industry 4.0 ready. La release, come le altre soluzioni della linea di componenti modulari, è in...

  • NSK viti a ricircolazione macchine foratura Imsa drilling
    Viti a ricircolazione NSK nelle macchine per foratura IMSA

    L’ultima nata tra le macchine per foratura profonda IMSA, la MF1000-3T, sfrutta i vantaggi offerti dalle viti a ricircolazione di sfere a norma DIN di NSK, partner prescelto per la movimentazione lineare del costruttore da diversi anni,...

  • Omron sistema PMS fotomicrosensore
    Fotomicrosensore riflettente Omron in stampa 3D e automazione

    Omron Electronic Components Europe lancia il fotomicrosensore riflettente (PMS, phomicrosensor) EE-SY1201 estremamente compatto, caratterizzato da una distanza di rilevamento di 3-4 mm. Il dispositivo mira a colmare una lacuna nel mercato, offrendo un SMD (surface mounting device)...

  • Chip per semiconduttori, Bosch apre a Dresda la sua prima fabbrica AIoT

    Bosch ha aperto a Dresda la sua prima fabbrica AIoT per la produzione di chip per semiconduttori completamente connessa, basata sui dati e auto ottimizzante. La presentazione della struttura high tech è avvenuta lo scorso 7 giugno,...

Scopri le novità scelte per te x