Beni strumentali in ripartenza nei dati Federmacchine

Pubblicato il 23 luglio 2021
Lesce-Federmacchine

Secondo i dati elaborati dal Gruppo Statistiche Federmacchine, il fatturato 2020 dell’industria italiana dei beni strumentali è sceso a 41 miliardi di euro, -14% rispetto al 2019. Un risultato comunque superiore alle aspettative delle aziende, che nel mese di aprile 2020 stimavano un calo di fatturato al -27%.

Sul risultato complessivo hanno pesato la riduzione dell’export, sceso a 28 miliardi (-14% sul 2019) e il calo delle consegne dei costruttori sul mercato interno, sceso a 14 miliardi con un -15%. Diminuzione invece del -18% nel consumo, che ha sfiorato i 21 miliardi di euro rispetto ai 26 registrati nel 2019, mentre è rimasto invariato il numero di imprese e occupati, stabili a oltre 200.000 addetti nelle circa 5.000 aziende del settore.

“Il contenimento dei danni, perché di questo si è trattato – commenta Giuseppe Lesce, presidente Federmacchine -, è stato possibile grazie alla caparbietà delle imprese che, dopo un primo momento di chiaro sbandamento causato anche dal lockdown, hanno ripreso in mano la situazione riavviando l’attività in Italia e all’estero, nonostante le forti limitazioni alla mobilità di merci e persone”.

Guardando alla serie storica dei dati, la crisi del 2020 ha riportato il settore indietro nel tempo di parecchi anni. I valori di produzione e consumo sono tornati al livello del 2015. La riduzione dell’export è stata tale da avvicinarsi a quella del 2013. Malgrado tutto, resta però alto l’apporto dell’industria italiana del machinery all’economia del Paese, pari al 2,5% del PIL (in calo solo di un paio di decimali sul 2019).

Nel 2020, il saldo complessivo delle merci è stato di +64 miliardi di euro, dunque decisamente più alto rispetto al valore abituale (nel 2019 era di 39 miliardi). L’incremento si spiega anzitutto con il crollo delle importazioni di carburanti per effetto della crisi e del lockdown. In questo contesto, la meccanica ha confermato il suo ruolo di traino con un surplus di 44 miliardi. Quasi la metà di questo surplus è attribuibile al settore dei beni strumentali rappresentato da Federmacchine.

Il blocco della mobilità ha inciso notevolmente sull’attività dell’industria italiana di settore oltreconfine come dimostra il dato di export/fatturato che, nel 2020, si è fermato al 67%. Con riferimento alla distribuzione delle vendite, la quota di fatturato ottenuta in Italia si è attestata al 33%. Il 29% del totale è stato destinato agli altri paesi dell’Unione Europea. Segue quindi l’export in Asia e America settentrionale entrambe con il 10%.

I primi dati del 2021 confermano quindi una generale situazione di costante miglioramento, con export di macchinari italiani cresciuto del 6,8% nel periodo gennaio-marzo e importazioni italiane salite nello stesso periodo del 6,7%. Le previsioni formulate dalle singole associazioni che fanno capo a Federmacchine per il 2021 indicano quindi un +11,1% per fatturato, +11,8% nell’export, +9,7% nel consumo, consegne interne e import entrambi a +9,7%.

“Il totale recupero avverrà nel 2022 grazie alla ripresa dell’attività oltre confine – incentivata e facilitata, immaginiamo, dal procedere in tutto il mondo della campagna vaccinale – e grazie alla ripresa degli investimenti in nuovi macchinari in Italia che già rilevano molti settori che fanno capo a Federmacchine, sostenuta anche dagli incentivi 4.0 – dice infine Lesce -. A tal proposito chiediamo che le misure attualmente previste quali credito di imposta per le nuove macchine e per le tecnologie 4.0 divengano strutturali così da accompagnare le imprese in un processo graduale e continuo di aggiornamento e trasformazione, presupposto indispensabile per vincere la sfida della competitività internazionale”.

Complementare al tema dell’innovazione è poi quello della formazione 4.0 e dei giovani. Nuove macchine e nuove tecnologie impongono nuove competenze e quindi forza lavoro preparata ad operare su sistemi e secondo processi spesso completamente differenti rispetto al passato. “Per questo – ha aggiunto il presidente di Federmacchine – occorre uno scatto deciso da parte delle autorità di governo per aggiornare l’offerta formativa del sistema scolastico a vocazione tecnica tecnologica così da allinearlo all’evoluzione del contesto e da renderlo interessante per i giovani. In questo senso crediamo che i fondi resi disponibili dal PNRR per ITS – e destinati alla creazione di laboratori 4.0 e infrastrutture tecnologicamente avanzate – saranno utili per valorizzare ulteriormente questi istituti da cui ‘usciranno’ giovani professionisti da inserire nelle nostre aziende”.



Contenuti correlati

  • Green Logistics Expo Padova logistica sostenibile ottobre
    Le sfide della logistica sostenibile a ottobre in Green Logistics Expo

    Il dibattito sul raggiungimento di nuovi traguardi nella sostenibilità ambientale per ottimizzare i processi della supply chain, saranno al centro della seconda edizione di Green Logistics Expo, il salone internazionale della Logistica Sostenibile organizzato da Senaf e...

  • Artec Pneumatic nuova sede Cento taglio nastro
    Artec Pneumatic inaugura la nuova sede a Cento e celebra 40 anni di attività

    Si è tenuta lo scorso sabato 17 settembre l’inaugurazione della nuova sede di Artec Pneumatic a Cento, nel ferrarese, più volte rimandata causa pandemia per coincidere infine con i festeggiamenti del quarantesimo anniversario dell’azienda. Artec Pneumatic ha...

  • Prima Additive accordo Morphica stampa 3D
    Servizi di stampa 3D in Sud Italia con Prima Additive e Morphica

    Prima Additive estende la sua presenza sul territorio italiano al Sud con l’accordo di partnership con Morphica, che aderisce al network dei Prima Open Additive Labs. Morphica è una PMI innovativa con sede a Monopoli (BA) e...

  • Federtec Sergio Sartori nomina vice presidente
    Sergio Sartori nominato alla vice presidenza di Federtec

    Federtec annuncia la nomina di Sergio Sartori – transmission system design & development – head of analysis & innovation di Leonardo – già consigliere Federtec, alla carica di vice presidente dell’associazione. Sartori subentra in sostituzione di Fabrizio...

  • Via libera alla riforma degli istituti tecnici e professionali

    Con il Consiglio dei Ministri n. 59 di venerdì 16 settembre è stato dato il via libera alla riforma degli Istituti tecnici e professionali. Innovazione, rete con i territori, potenziamento dell’attività laboratoriale sono le principali caratteristiche della...

  • PTC report AR Vuforia realtà aumentata PAC
    Soluzioni AR per il mercato, PTC decretata Best in class da PAC

    PTC è stata nominata per il quarto anno consecutivo leader assoluto e fornitore ‘Best in class’ per la sua soluzione di realtà aumentata (AR) Vuforia nell’Innovation Radar report di PAC, dal titolo ‘Open digital platforms for the...

  • BR servoazionamento Acopos P3
    Servoazionamento B&R per installazione ovunque nel mondo

    Il servozionamento Acopos P3 di B&R può essere utilizzato in tutte le macchine a prescindere dal Paese finale di installazione, grazie alla compatibilità con tutti i comuni sistemi di alimentazione diffusi nel mondo. I costruttori di macchine...

  • Anipla techtalk smart sensor webinar ABB formazione
    Smart sensor, webinar Anipla giovedì 15 settembre

    Tornano con settembre gli appuntamenti di formazione online gratuiti di Anipla Tech Talk, con focus su alcuni argomenti caldi nel settore automazione. La prima data è per giovedì 15 settembre, alle ore 14.00, per un approfondimento dedicato...

  • Gli interni degli aerei più leggeri permettono meno consumo di carburante

    L’impatto della pandemia sul settore delle linee aeree è stato drammatico ed estremamente dannoso. Per contrastare i prezzi crescenti del carburante, piuttosto che ordinare nuovi aeromobili i vettori stanno rinnovando gli interni, in modo che sedili, cappelliere...

  • Sostegno a start-up e PMI innovative, operativi 2 miliardi di euro

    In un momento certamente non facile per l’economia e il sistema Paese a causa della crisi energetica è diventato operativo con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale il decreto firmato dal Ministero dello Sviluppo Economico che assegna a...

Scopri le novità scelte per te x