Aziende Emea più propense ad adottare AI e ML nell’indagine Workday

Pubblicato il 27 novembre 2023
Workday indagine propensione AI e ML aziende CEO area Emea

Secondo una recente indagine condotta da Workday, fornitore di applicazioni cloud aziendali per la gestione finanziaria e delle risorse umane, le aziende nell’area Emea sono più propense ad abbracciare intelligenza artificiale e machine learning malgrado le sfide significative che ne ostacolano l’adozione.

Lo studio, dal titolo ‘Preparing to Power Up: EMEA Leads the Way to an AI-Driven Future‘, rivela che il 48% dei dirigenti d’azienda in Italia accoglie con favore le opportunità offerte da AI e ML per le proprie aziende, rispetto al 50% nelle Americhe e al 46% nell’area APJ. Austria (62%) e UK (60%) sono i Paesi in cui se ne fa uso con maggiore entusiasmo, mentre Norvegia (40%), Danimarca (44%) e Germania (45%) sono i meno entusiasti. Inoltre, il 44% delle aziende in area Emea ha apportato modifiche per garantire che le loro attività siano sufficientemente agili da consentire la riallocazione delle risorse in modo rapido e su scala.

L’indagine suggerisce in particolare che i CEO dell’area Emea siano in generale più fiduciosi dopo l’introduzione dell’EU AI Act, il Regolamento generale sulla protezione dei dati che l’UE sta proponendo come nuovo quadro giuridico per l’AI. L’obiettivo è rafforzare la governance sulla qualità dei dati, la trasparenza e l’attività di supervisione svolta dall’uomo, incoraggiando una maggiore fiducia nella tecnologia.

L’entusiasmo per AI e ML tra i dirigenti d’azienda dell’area EMEA, sostenuto dai progressi normativi, sta quindi contribuendo ad aumentare la propensione agli investimenti. Le aziende del Nord Europa sono in testa agli investimenti in queste tecnologie, mentre quelle dell’Europa meridionale hanno un approccio più conservativo.

Diverse appaiono però le opinioni sull’adozione di AI e ML all’interno dei consigli di amministrazione. Malgrado l’entusiasmo sia elevato, i diversi uffici hanno opinioni differenti su AI e ML, nonché sull’implementazione di queste tecnologie. I CEO sostengono AI e ML: un significativo 53% dei CEO dell’area Emea è entusiasta di utilizzare queste tecnologie nelle proprie aziende. Tuttavia sono preoccupati per i potenziali errori in cui AI e ML potrebbero incorrere.

Il Finance è in testa nell’implementazione. I team finanziari sono infatti a uno stadio più avanzato nell’implementazione di queste tecnologie nel loro lavoro quotidiano: il 19% dei CFO ha dichiarato che i propri team stanno implementando l’AI e sono in fase avanzata, a un livello quasi triplo rispetto ai team finanziari delle Americhe (7%). I responsabili finanziari dell’area Emea utilizzano AI/ML per migliorare le previsioni, le decisioni di bilancio e la pianificazione degli scenari, oltre che per supportare la pianificazione strategica tra i diversi rami di attività.

L’HR è in ritardo nell’adozione: le risorse umane mostrano i tassi di adozione di AI più bassi, con il 44% dei leader HR dell’area Emea entusiasti del potenziale, ma con il 49% che non ha ancora iniziato ad adottare queste tecnologie all’interno dei propri team. I leader IT sono i più propensi (51%) ad affermare che AI e ML renderanno più facile per l’IT supportare altri team aziendali o consentire loro di fornire un maggiore valore strategico. Ciò indica che nei team IT dell’area Emea si sta verificando un cambiamento culturale positivo nei riguardi di queste tecnologie.

A frenare maggiormente le aziende, infine, sono gli archivi di dati e la burocrazia. Oltre ai diversi tassi di adozione, lo sviluppo di AI e ML è difatti influenzato anche da altre problematiche. Lo studio evidenzia come la gestione dei dati e l’eccessiva burocrazia rappresentino degli ostacoli per i dirigenti aziendali nell’abbracciare e adottare appieno AI e ML. Il 60% delle aziende di area Emea afferma che i propri dati sono isolati, il che rende arduo l’accesso a informazioni che possano essere utilizzate in tempo reale. Inoltre, solo il 22% delle aziende ha compiuto progressi consistenti nell’eliminazione di alcuni passaggi burocratici che rallentano il processo decisionale.

Per molte organizzazioni un maggiore utilizzo di AI e ML richiede un cambiamento culturale significativo, ma perché ciò avvenga è necessario che il management di alto livello sia d’accordo. Ciononostante, secondo la ricerca il 42% dei dirigenti in Italia ritiene che i dirigenti delle loro aziende non siano ancora consapevoli del ruolo fondamentale che svolgeranno queste tecnologie.

“L’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico non possono essere strumenti a se stanti – ha dichiarato Maryjo Charbonnier, chief human resources officer di Kyndryl -. Devono essere integrati nella strategia aziendale, nella strategia culturale e nella strategia HR”.

Dallo studio risulta quindi che i dirigenti dell’area Emea sono entusiasti del potenziale di AI e ML per migliorare le loro attività, soprattutto se questo viene utilizzato per migliorare i processi HR o finanziari. Adottando soluzioni all’avanguardia basate sull’AI, le aziende possono migliorare significativamente i risultati aziendali e raggiungere il successo.

“Per massimizzare il valore aziendale di AI e ML, è necessario iniziare ad allineare le aspettative con la realtà e dare priorità alle iniziative atte a risolvere i problemi aziendali – ha suggerito Jens Löhmar, CTO continentale e DACH di Workday -. Assicuratevi che la vostra azienda sia pronta per poter implementare queste tecnologie in modo efficace, identificando e colmando le lacune in materia di competenze. Scegliete le opportunità di AI e ML che siano in linea con la strategia e le esigenze aziendali e create una roadmap chiara con obiettivi e parametri definiti. Valutate costantemente la loro efficacia e adattatevi all’evoluzione delle esigenze della vostra azienda e al panorama aziendale in continua evoluzione”.

I dati contenuti nel report ‘Preparing to Power Up: EMEA Leads the Way to an AI-Driven Future‘ si basano sui risultati di due indagini. La prima è un’indagine globale su 2.355 dirigenti d’azienda di alto livello condotta a maggio e giugno 2023. Dei 2.355 partecipanti al sondaggio su scala globale, 860 risiedono nell’area Emea (Regno Unito, Francia e Germania). Parallelamente, l’azienda ha lanciato un secondo sondaggio più ristretto su 550 intervistati nella regione Emea, anch’esso condotto a maggio e giugno 2023. Oltre che da Regno Unito, Francia e Germania, hanno risposto a queste domande anche da Austria, Belux, Danimarca, Finlandia, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Sudafrica, Spagna, Svizzera e Svezia. Insieme, queste due indagini hanno riguardato 1.410 intervistati in tutta l’area Emea.



Contenuti correlati

  • Alla Hannover Messe c’è l’industria sostenibile

    Tra le maggiori sfide che l’industria deve fronteggiare oggi ci sono miglioramento della competitività, ecosostenibilità e spinta al benessere. Le tecnologie hanno un ruolo fondamentale. Alla Hannover Messe quest’anno ampio spazio a come utilizzare al meglio automazione, Intelligenza...

  • Intelligenza Artificiale crescita record in Italia

    Entro dieci anni la nuova automazione sostituirà 3,8 milioni di posti di lavoro equivalenti. Il mercato dell’IA raggiunge 760 milioni di euro, la Generative AI è al 5%. Sei grandi imprese su dieci hanno già avviato almeno...

  • Importanza dei sensori nei processi produttivi

    Il mercato dei sensori gode di buona salute e una crescita significativa è prevista anche per i prossimi anni, trainata dalle innovazioni tecnologiche e da un aumento della domanda in diversi settori industriali. Miniaturizzazione, miglioramenti nella precisione...

  • COBOT PER IL CONTROLLO DELLA QUALITÀ DI MOTORI

    Dalla simulazione con il gemello digitale fino all’ottimizzazione del processo grazie all’Intelligenza Artificiale, passando dal monitoraggio puntuale dell’attività su una dashboard dedicata. Mitsubishi Electric ha realizzato un’applicazione per il controllo qualità di motori tramite cobot che rappresenta...

  • L’AI PORTA IL CNC NEL FUTURO

    I controlli numerici di ultima generazione fanno delle macchine utensili il cuore della moderna fabbrica intelligente, offrendo uso sempre più intuitivo e prestazioni superiori in termini di affidabilità, precisione e sostenibilità nell’impiego di tempo, risorse ed energia...

  • Copa-Data software sostenibilità crescita 2023
    Software e sostenibilità, Copa-Data cresce del 25% nel 2023

    Copa-Data ha chiuso il 2023 con un incremento delle vendite di circa il 25%, raggiungendo un fatturato globale che è passato da 69,4 milioni di euro nel 2022 a 87,0 milioni di euro nel 2023. Con temi...

  • PTC trend CAD progettazione digital thread sostenibilità
    Digital Thread e sostenibilità nei trend di sviluppo CAD per il 2024 per PTC

    Nell’attuale contesto di incertezza macroeconomica, PTC vede nel digital thread e nella sostenibilità le due principali tendenze per il 2024 che segneranno l’ulteriore evoluzione delle soluzioni CAD in progettazione. Fornendo alle aziende le risposte necessarie soprattutto in...

  • Gruppo Argos ST nomina Germano Zoccolan maintenance manager
    Germano Zoccolan nominato responsabile della manutenzione per il Gruppo Argos ST

    Il Gruppo Argos ST annuncia la nomina di Germano Zoccolan come maintenance manager, responsabile della manutenzione degli stabilimenti di Origgio e Manerbio nella business unit polimeri del Gruppo. Il professionista friulano si occuperà di realizzare piani di...

  • Schneider Electric digitalizzazione ricerca futuro lavoro
    Digitalizzazione in risposta alla carenza di talenti, lo studio Schneider Electric

    Secondo quanto emerge dalla ricerca Future of work in industry, commissionata da Schneider Electric e realizzata da Omdia coinvolgendo 407 piccole, medie e grandi aziende industriali in paesi dell’Europa Occidentale come Italia, Francia, Spagna, Danimarca, Svezia e...

  • LA RINCORSA EUROPEA NELLE TERRE RARE

    Nello sviluppo strategico delle tecnologie l’utilizzo delle terre rare è sempre più centrale. Il primato mondiale della produzione è detenuto dalla Cina. L’Europa, sul cui suolo non ci sono grandi giacimenti di questi minerali, ha emanato una...

Scopri le novità scelte per te x