Via libera alla riforma degli istituti tecnici e professionali

Pubblicato il 19 settembre 2022

Con il Consiglio dei Ministri n. 59 di venerdì 16 settembre è stato dato il via libera alla riforma degli Istituti tecnici e professionali. Innovazione, rete con i territori, potenziamento dell’attività laboratoriale sono le principali caratteristiche della riforma approvata.

Nello specifico le novità per gli Istituti tecnici riguardano:

  • ridefinizione e aggiornamento degli indirizzi per rafforzare le competenze linguistiche e STEM e orientare alle discipline inerenti “Industria 4.0”, connettersi maggiormente al tessuto socioeconomico di riferimento, valorizzare la metodologia didattica per competenze;
  • previsione di meccanismi per dare continuità tra l’istruzione tecnica e quella terziaria (ITS Academy, per esempio), riconoscendo crediti formativi universitari ai tirocini svolti dagli studenti durante il quinto anno di studi;
  • realizzazione di “Patti educativi 4.0”, per far sì che istituti tecnici e professionali, imprese, enti di formazione accreditati dalle Regioni, ITS Academy, università e centri di ricerca possano condividere risorse professionali, logistiche e strumentali;
  • strutturazione di un piano formativo mirato per i docenti degli istituti tecnici, coerentemente con le specificità dei contesti territoriali;
  • erogazione diretta da parte dei Centri provinciali di istruzione per gli adulti (CPIA) di percorsi di istruzione tecnica non in rete con le istituzioni scolastiche di secondo grado o non adeguatamente sufficienti rispetto alle richieste dell’utenza e del territorio;
  • riconoscimento di certificazioni che attestino le competenze delle studentesse e degli studenti dopo il primo biennio e dopo il secondo biennio, in corrispondenza con il secondo e il terzo livello del Quadro europeo delle qualifiche.

Come per gli istituti professionali è poi prevista la definizione di misure di supporto allo sviluppo di processi di internazionalizzazione degli istituti per realizzare lo spazio europeo dell’istruzione. La riforma degli Istituti professionali punta a rafforzare il raccordo della scuola con il mondo del lavoro e delle professioni, in coerenza con gli obiettivi di innovazione, sostenibilità ambientale e competitività previsti dal PNRR, anche attraverso l’aggiornamento da parte delle istituzioni scolastiche del Progetto formativo individuale. Il provvedimento prevede che il Ministero dell’Istruzione emani linee guida per semplificare le procedure amministrative per il passaggio dagli istituti professionali agli Iefp (Istruzione e Formazione Professionale).

Viene istituto, infine, presso il Ministero dell’Istruzione l’Osservatorio nazionale per l’istruzione tecnica e professionale. Sarà composto da 15 esperti del segmento formativo, con incarico annuale, che avranno funzioni consultive e di proposta per il miglioramento del settore.

“Vogliamo costruire una filiera verticale e allo stesso tempo un patto educativo grazie al quale imprese, università, tessuto produttivo, territori, ITS Academy mettano a disposizione risorse e competenze per consolidare l’identità di questo segmento formativo e concorrere alla migliore istruzione dei nostri giovani, in linea con le prospettive di sviluppo del Paese”, ha dichiarato il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi.

 

 

Franco Metta



Contenuti correlati

  • Artec Pneumatic nuova sede Cento taglio nastro
    Artec Pneumatic inaugura la nuova sede a Cento e celebra 40 anni di attività

    Si è tenuta lo scorso sabato 17 settembre l’inaugurazione della nuova sede di Artec Pneumatic a Cento, nel ferrarese, più volte rimandata causa pandemia per coincidere infine con i festeggiamenti del quarantesimo anniversario dell’azienda. Artec Pneumatic ha...

  • Blockchain e Intelligenza Artificiale, incentivi per 45 milioni di euro

    Dal 21 settembre, alle ore 10, imprese e centri di ricerca potranno presentare le domande per richiedere i finanziamenti del Fondo per lo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di Intelligenza Artificiale, blockchain e internet of things,...

  • CIM4.0 network slicing 5G Torino
    Network slicing 5G con TIM al Competence Center CIM4.0 di Torino

    Il Competence Center CIM4.0 di Torino e TIM hanno testato i vantaggi per l’automazione offerti dal Network slicing 5G, rendendo disponibili diverse applicazioni in ambito Industry 4.0 migliorando la capacità produttiva di diverse imprese manifatturiere. L’innovazione tecnologica...

  • Mecspe cambio date 2023 BolognaFiere formazione digitalizzazione
    Cambio date per Mecspe, nuovo appuntamento dal 29 al 31 marzo 2023

    Assecondando le necessità degli imprenditori, Mecpse sposta le date della sua 21ima edizione, per cui il nuovo appuntamento sarà dal 29 al 31 marzo a BolognaFiere. La prossima edizione della fiera dedicata alle tecnologie e innovazioni per...

  • AT automation testing appuntamento Vicenza
    Automazione e testing, A&T nel 2023 raddoppia l’appuntamento a Vicenza

    Doppio appuntamento nel 2023 per la fiera A&T – Automation & testing, manifestazione dedicata a innovazione, tecnologie, affidabilità e competenze 4.0, che il prossimo anno al tradizionale evento all’Oval Lingotto di Torino (22-24 febbraio 2023) ha in...

  • Istech come nasce una segatrice
    Come nasce una segatrice Istech, dalle esigenze del cliente all’automazione

    Il progetto di una segatrice in ISTech nasce sempre dall’analisi delle richieste del cliente, sia che si tratti di soluzioni per il taglio metalli studiate per entrare a catalogo che di impianti realizzati ad hoc. Lo stretto...

  • Ucimu, bene l’industria della macchina utensile nel 2021, 2022 ancora in crescita

      Barbara Colombo, presidente di Ucimu-Sistemi per produrre, in occasione dell’assemblea associativa, ha presentato i dati economici del comparto. Nel 2021 c’è stato un incremento a doppia cifra per tutti gli indicatori economici: produzione, export, consegne sul...

  • Condition monitoring per Industria 4.0

    Il condition monitoring, la manutenzione secondo condizione, è un particolare tipo di manutenzione preventiva, che individua la necessità di un intervento manutentivo, monitorando le condizioni di salute di un macchinario e dei relativi componenti. Questa procedura di...

  • Progettare FMS per l’Aerospace

      MCM progetta e produce macchine e FMS per l’industria dell’aerospace (ma non solo). L’azienda, nel solco del paradigma di industria 4.0, è in grado di elaborare simulazioni altamente realistiche capaci di prevedere non solo il processo...

  • Il digitale prende il volo nell’industria aerospace

    L’industria dell’aerospace è in una fase di profonda trasformazione: dall’Industria 4.0 alla stampa 3D (polimeri e metalli), fino all’utilizzo di materiali intelligenti, robot, sensori e gestione dei dati. Il Mise (Ministero sviluppo economico) segnala 163 milioni di...

Scopri le novità scelte per te x