Ordini macchine utensili in calo nel primo trimestre 2019

Pubblicato il 13 maggio 2019
ordini macchine Ucimu effetto Industria 4.0

Scendono dell’8,5% gli ordini di macchine utensili nel primo trimestre 2019 rispetto allo stesso periodo 2018, con valore assoluto dell’indice a 127,7 (base 100 nel 2015). Il dato risulta dalla combinazione del decremento sia negli ordinativi interni, a -9,8%, che degli ordini esteri, a -8,2%.

“Con riferimento al mercato interno, la riduzione degli ordinativi è fisiologica dopo l’exploit del 2017 – commenta Massimo Carboniero, presidente Ucimu-Sistemi per produrre -. Ce lo aspettavamo e, osservando l’andamento del 2018 e di questo inizio del 2019, possiamo affermare che i valori si stanno riportando sui livelli di normalità tipici del mercato italiano. Detto ciò, occorre però considerare che l’industria manifatturiera del paese ha ancora necessità di investire in nuovi macchinari e in nuove tecnologie di produzione. Per questo è indispensabile che le autorità di governo confermino al più presto le tecnicalità relative al ripristino del superammortamento, così come presentato nel Decreto Crescita”.

L’indice Ucimu indica quindi un rallentamento anche sul fronte estero, dove le attività dei costruttori italiani sono rese meno agevoli da una serie di fattori, quali il clima di instabilità politica, la concomitanza con le Elezioni Europee, la staticità di alcuni mercati, come la Germania, e di alcuni settori di sbocco particolarmente rilevanti per la macchina utensile italiana, come l’automotive, così come la chiusura protezionistica di alcuni importanti mercati.

“Per questa ragione – aggiunge quindi Carboniero – chiediamo alle autorità di governo di ragionare sul potenziamento degli incentivi fiscali per le imprese italiane che partecipano alle fiere di riferimento per il settore che si svolgono fuori UE, poiché la presenza alle manifestazioni espositive, soprattutto in mercati lontani, rappresenta il miglior strumento di marketing per una PMI. Alla più importante fiera organizzata in Cina, che si è svolta a metà aprile, sono, infatti, oltre 50 le imprese italiane che hanno esposto la propria tecnologia con l’obiettivo di intercettare la domanda di utilizzatori locali e dei paesi limitrofi, di certo tra le più vivaci nel panorama internazionale”.

In aggiunta, Ucimu ha in programma per il 2019 una serie di forum bilaterali in Russia, India e Cina, che verranno organizzati insieme a Mise, ambasciate, ICE-Agenzia e a omologhe associazioni di settore, onde favorire il dialogo tra i sistemi Paese e i sistemi industriali di entrambe le parti.



Contenuti correlati

  • Fanuc 5 milioni CNC traguardo milestone macchine utensili
    Cinque milioni di CNC venduti nel mondo, nuova milestone in Fanuc

    Fanuc ha tagliato il traguardo dei cinque milioni di CNC venduti nel mondo, confermando la sua posizione in prima linea nel mercato globale dell’automazione industriale. Kenji Yamaguchi, presidente e CEO di Fanuc Corporation, considera questo risultato una...

  • Unindustria Reggio Emilia mauro_macchiaverna rallentamento I trimestre 2022
    Imprese reggiane, rallentamento nel I trimestre 2022 nei dati Unindustria Reggio Emilia

    L’indagine congiunturale di Unindustria Reggio Emilia registra un rallentamento dell’attività delle imprese del territorio nel primo trimestre 2022, con una crescita fermatasi al 9,5% rispetto all’inizio del 2021 ancora profondamente segnato dalla pandemia. Analogo l’andamento del fatturato,...

  • Acimall tecnologie legno 2021 Dario Corbetta
    Macchine legno in continuo aumento, +36,9% nel 2021 per Acimall

    Il 2021 è stato un anno molto positivo per i costruttori italiani di tecnologie per l’industria del legno e del mobile, avendo registrato una produzione arrivata a 2.530 milioni di euro nei dati Acimall, in crescita del...

  • Federtec Fausto Villa
    Potenza fluida cresce nel 2021 del +26,5% nei dati Federtec

    Il settore della potenza fluida e delle trasmissioni in Italia ha registrato nel 2021 un incremento nel fatturato pari al +26,5%, avvicinandosi in valore ai 12,5 miliardi di euro secondo quanto riportano i dati di Federtec. Conservando...

  • A Lamiera va in scena l’industria della deformazione

    Dal 18 al 21 maggio va in scena Lamiera. Nei padiglioni di fieramilano RHO si svolge la mostra internazionale dedicata all’industria delle macchine utensili per la deformazione della lamiera e delle tecnologie innovative connesse. Accanto alla tradizionale...

  • PMI, 40 milioni di contributi per brevetti, marchi e disegni

    Sono state approvate e finanziate circa 2 mila domande, per un ammontare complessivo di contributi concessi pari a 40,4 milioni di euro, presentate dalle piccole e medie imprese italiane ai bandi Brevetti+, Disegni+, Marchi+ e Marchi collettivi...

  • Da Telmotor un network di proposte per la digitalizzazione

    Mettere insieme e a fattor comune competenze, risorse, specializzazioni diverse e partnership tra aziende è oggi una scelta obbligata. Almeno sei sono i profili professionali sempre più necessari. Telmotor ha creato a maggio dello scorso anno Diginnova,...

  • I trend della robotica nei prossimi anni

    L’implementazione di robot industriali è in continuo sviluppo nel mondo. Solo nel quinquennio 2015-2020 è cresciuta a un tasso medio del 13%. Secondo l’International Federation of Robotics sono cinque le tendenze sulle quali il comparto si muoverà...

  • La crisi ucraina impatta sulla siderurgia

    Russia e Ucraina sono tra i due maggiori produttori mondiali di acciaio. I due Paesi sono ricchi di miniere di materie prime e ospitano grandi stabilimenti di lavorazione siderurgica. La produzione europea dipende molto dagli approvvigionamenti di Russia...

  • PDM o PLM? Con Documenta non sei costretto a scegliere!

      In fase di valutazione dei migliori strumenti software che il mercato offre, spesso le aziende si vedono costrette a scegliere tra soluzioni che presentano primarie funzionalità PDM non estendibili e altre più complete, con funzionalità PLM...

Scopri le novità scelte per te x