Rösler: finitura di massa e granigliatura

Pubblicato il 26 aprile 2016
RRB

Rösler è in grado di offrire entrambe le tecnologie chiave nel campo del trattamento delle superfici: finitura di massa e granigliatura. L’azienda è in grado di sviluppare la soluzione più adatta alle esigenze tecniche di finitura, anche grazie all’ausilio dei laboratori di cui il Gruppo si è dotato negli anni. Gli impianti si distinguono per alcuni dettagli tecnici particolarmente innovativi che sono il frutto di decenni di esperienza nella progettazione di macchine.

Tanto nel campo della finitura di massa quanto in quello della granigliatura l’impresa è in grado di sviluppare soluzioni orientate all’utilizzatore e facilmente integrabili, anche in processi produttivi completamente automatizzati. Gli utenti Rösler provengono dai settori industriali più disparati. Del resto lo slogan aziendale è: ‘L’innovazione è la nostra forza’. Rösler, segnala in una nota, che è in grado di reagire velocemente ai continui progressi tecnici con soluzioni di processo sempre aggiornate e, allo stesso tempo, cerca costantemente nuovi campi di applicazione per le sue tecnologie di finitura.

Le granigliatrici RRB (in foto sopra) con piano di scorrimento a rulli Rösler sono specificatamente progettate per la granigliatura di componenti piatti e lunghi, come lamiere o profilati IPE, ma si dimostrano la scelta adatta anche per la granigliatura di particolari saldati. Il loro design riflette le tante richieste e i consigli raccolti nel tempo dagli utilizzatori, e le rende particolarmente idonee per tipiche applicazioni di granigliatura quali: la rimozione di incrostazioni e ruggine, la sverniciatura, la pulitura superficiale e l’irruvidimento di piastre, profili, travi e tubi in acciaio. Le RRB sono in grado di trattare dai profili più sottili alle travi e piastre più grosse e pesanti, riuscendo a processare componenti fino a 5.000 mm di larghezza e 600 di altezza. La loro velocità di trasporto tocca i 6 m/min, ma è possibile offrire soluzioni personalizzate per requisiti specifici di finitura e velocità.

Le turbine sono dotate di motori elettrici IE3 a risparmio energetico, sono altamente efficienti e producono risultati ottimali, oltre a una lunga durata. Le macchine appartenenti a questa serie sono generalmente composte da una precamera di ingresso, la camera di granigliatura e una postcamera per la rimozione di graniglia e polvere dai componenti trattati mediante spazzola rotante ed un sistema di soffiaggio. Una coclea al di sotto della spazzola assicura che tutti i media rimossi confluiscano al relativo sistema di ricircolo. Un sensore di altezza all’ingresso dell’unità, infine, permette alla stazione di regolare automaticamente la propria posizione in base ai valori di spessore rilevati sui pezzi. Il sistema filtrante utilizzato per la rimozione delle polveri dalla camera di granigliatura e per la pulizia dei media di processo, nel caso delle macchine RRB, è posizionato sopra la camera di granigliatura, riducendo così l’ingombro complessivo a soli 20 m².

I pezzi da processare vengono introdotti all’interno della macchina da un trasportatore a rulli motorizzati, di cui è possibile variare la velocità di avanzamento mediante inverter. I rulli trasportatori esistono in svariate versioni che differiscono, ad esempio, per passo e diametro. Il design modulare garantisce un’installazione semplice e rapida e il sistema di trasmissione è montato all’interno dell’intelaiatura del rullo trasportatore, per questioni di sicurezza e per essere maggiormente protetto. Sensori capacitivi estremamente precisi segnalano l’arrivo dei componenti. I trasportatori trasversali collocati tra le diverse sezioni del trasportatore a rulli sono invece usati per spostare i pezzi con un angolo di 90° rispetto alla direzione di avanzamento dei rulli stessi. Questo permette la creazione di lotti e il loro rapido carico e scarico sul rullo stesso. Ogni trasportatore trasversale è dotato di barre idrauliche di sollevamento controllabili anche individualmente. Con l’aggiunta di componenti quali preriscaldatori, sistemi di verniciatura automatica e impianti di asciugatura, le granigliatrici RRB possono essere trasformate in linee di conservazione complete e sono facilmente integrabili all’interno di linee di produzione preesistenti. Infine, grazie alla collaborazione con Behringer e Vernet Behringer (partners 4 steel), Rösler è in grado di offrire soluzioni produttive complete per la granigliatura, protezione dalla corrosione, verniciatura, taglio e/o foratura.MINI120_aperto

Le macchine della serie Mini (in foto a sinistra), invece, rappresentano, secondo il costruttore, quanto di più semplice e versatile offre il mercato delle piccole macchine a vibrazione. La separazione dei pezzi è manuale oppure a mezzo di un’unità di vagliatura esterna movibile e posizionabile al di sotto del portello di scarico (optional disponibile sul modello Mini 120). La sezione esterna della vasca di lavoro genera un movimento omogeneo che permette trattamenti di levigatura e lucidatura su pezzi delicati. Le tipiche lavorazioni che vengono condotte in queste macchine sono le finiture su particolari in metalli preziosi e generalmente su minuterie di svariati materali (acciaio, plastica, leghe leggere, marmo). Alcune caratteristiche della macchina sono: vasca di lavoro costruita in lamiera di acciaio al carbonio con  rivestimento interno in poliuretano antiusura a stampo con spessore variabile da 12 a 20 mm.  il rivestimento interno conferisce la sezione esterna a botte. Motovibratore  flangiato verticalmente all’interno della vasca di lavoro con possibilità di regolazione delle masse eccentriche, lo sfalsamento angolare tra le masse è variabile per la regolazione delle forze centrifughe applicate. Sospensioni elastiche: il sistema di molle elicoidali in acciaio costituisce l’unico collegamento tra la vasca di lavoro e il basamento. Maggiori informazioni possono essere richieste allo stand Rösler B18/C33 padiglione 36, fiera Lamiera, Bologna 11-14 maggio 2016.



Contenuti correlati

  • Salvagnini piegatura sensori Baumer
    Piegatura Salvagnini con sensori Baumer

    Il centro di piegatura elettrico P1 Salvagnini ha cinematica di piegatura ottimizzata con sensori di deformazione Baumer, impiegati nella tecnologia MAC 2.0. La cinematica brevettata riconosce le differenze di materiale, compensandole in automatico, e consente di produrre...

  • Trumpf TruTool TKF
    Bisellatrici Trumpf per smussi precisi

    Le bisellatrici TruTool TKF 1500 e 2000 di Trumpf, rappresentata in Italia da Homberger, sono in grado di produrre smussi precisi e in una sola passata in acciaio e alluminio, essenziali nella preparazione di operazioni di saldatura...

  • Gianfranco Carbonato, presidente e fondatore di Prima Industrie, durante la sua presentazione.
    Nuova sede per Prima Industrie

    Il presidente e fondatore di Prima Industrie,  Gianfranco Carbonato, (lo vediamo nella foto accanto durante la sua presentazione), alla presenza del presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, del sindaco di Torino Piero Fassino e del nuovo presidente di...

  • abesse
    A.B.Esse

    Il sistema TDiM (Tube Defect in-line Monitor) di A.B.Esse, nasce per controllare in modo accurato il processo di saldatura dei tubi di acciaio. Nello specifico, oggetto di particolare interesse, è il cordone di saldatura. L’applicazione TDiM si...

  • Alma
    Alma

    Alma presenta almaCAM, un software per la lavorazione della lamiera che offre ‘una efficiente gestione dei dati e rinnova il processo di programmazione delle macchine unendo flessibilità e sicurezza’. Essendo una piattaforma aperta, almaCAM permette il plug-in...

  • Alpemac
    Alpemac

    Il centro di piegatura semi automatico UpDownCenter di Alpemac, con sistema a bandiera, è la soluzione ideale per piegare profili e scatolati fino a 4.060 mm di lunghezza, 400 mm di altezza e 3 mm di spessore,...

  • Becky
    Becky

    Becky ha impostato la produzione degli ultimi anni sulla realizzazione di impianti di taglio plasma di precisione in abbinamento con varie applicazioni complementari come testa di bisellatura 3D Bevel, testa di foratura e filettatura, taglio del tubo...

  • BLM
    BLM

    Il sistema LS5, di BLM, è disponibile sia nella versione con sorgente laser CO2 fino a 4,5kW sia con sorgente laser in fibra fino a 5kW. L’affidabilità del processo e la qualità del taglio sono garantite da...

  • Böllhoff
    Böllhoff

    Böllhoff, da oltre trent’anni sviluppa e produce componenti e sistemi di assemblaggio, integra progettazione e produzione offrendo un’ampia gamma di prodotti dedicati e un team in grado di trovare ‘la miglior soluzione alle esigenze del cliente’. L’ampia gamma...

  • BRALO
    Bralo

    La nuova generazione di rivettatrici pneumatiche Bralo, disegnate per un uso professionale, sorprende, dicono i tecnici aziendali, per la grande forza di serraggio, unita a un basso livello di rumore e di vibrazioni e una gran leggerezza...

Scopri le novità scelte per te x