Speciale EMO 2017

EMO, tra Industria 4.0 e Additive Manufacturing

Dopo l’edizione ospitata due anni fa a Milano, EMO torna nella cornice della fiera di Hannover. Dal 18 al 23 settembre si alza il sipario sulla biennale mondiale della macchina utensile all’insegna dello slogan ‘Connecting systems for intelligent production’. Quest’anno, infatti, al centro dell’attenzione di espositori e visitatori ci saranno i temi della digitalizzazione e della connessione in rete, che stanno caratterizzando non solo gli scenari dell’evoluzione tecnologica del settore ma stanno anche caratterizzando gli incentivi fiscali che i maggiori Paesi stanno mettendo sul tavolo per sostenere il rilancio del comparto. Non solo Industria 4.0, ma anche l’Additive Manufacturing per la lavorazione dei metalli sarà un’altra tematica centrale in EMO, cercando di aiutare i visitatori a capire quali applicazioni in particolare possono essere sviluppate attraverso questa tecnologia: uno studio recente di VDW rivela che la cosiddetta stampa 3D sta crescendo in modo esponenziale e, secondo le stime degli esperti, continuerà a farlo anche nei prossimi anni. Lo stesso studio VDW rivela anche che crescerà la domanda di macchinari per una finitura di precisione. A EMO Hannover 2017 sarà anche presente con uno stand speciale dove sarà esposta una catena di processo per la costruzione di un componente dell’industria aeronautica e aerospaziale con l’intento di presentare tutte le fasi del processo: dalla pianificazione alla finitura, includendo temi quali simulazione, utensili, controllo lavorazioni, controlli macchina, e molto altro. La sicurezza delle macchine utensili è da sempre un problema per il settore e una delle priorità è naturalmente evitare incidenti e proteggere le persone: esperti internazionali presenteranno, nella cornice dell’EMO Safety Day for Machine Tools, lo stato attuale degli sviluppi.

Luca Rossi