Progettare 402 – novembre/dicembre – 2016

Ora è necessario un Piano Lavoro 4.0

Con la presentazione del Piano Nazionale Industria 4.0, l’Italia cerca di dare un impulso alla crescita del suo tessuto industriale. Ma, al di là dei numeri che fanno sperare contenuti nel documento di programmazione, la strada da fare è ancora lunga: un lavoratore su due oggi ha competenze scarsissime o nulle in ambito di ICT. Secondo l’Ocse, la situazione sarebbe allarmante nei Paesi interessati dall’organizzazione: dal 45 al 60% della forza lavoro nei Paesi Ocse, e in Italia quasi il 50%, ha zero o scarse capacità informatiche. Per questo motivo senza un piano sul Lavoro 4.0 anche le grandi opportunità che potrebbero derivare da Industria 4.0 potrebbero essere messe seriamente a rischio. La digitalizzazione dellamanifattura quindi porta con sé enormi potenzialità, ma per farle viaggiare è necessario indicare un percorso chiaro in cui anche le aziende dovranno fare la loro parte. La Germania, in questo senso, ha fatto da anni da apripista nel cambio di atteggiamento della manifattura verso la rivoluzione digitale. Non è un caso, infatti, che il Governo di Berlino abbia prodotto un Piano Industria 4.0 dopo aver realizzato un white paper e un green paper sul tema. Occorre dunque un piano Lavoro 4.O dove ripensare il sistema formativo della scuola e dell’Università, legandolo maggiormente al mondo dell’impresa. L’obiettivo non deve essere quello di formare persone con skill tecnici ma che abbiano quantomeno skill minimi di base e quegli soft skill sempre più necessari. Su questo l’Italia è ancora indietro. Inoltre, altrettanto importante è la formazione continua di chi è già sul mercato del lavoro e che deve riguardare chi già oggi ha competenze intermedie o basse. Oggi gli sforzi si sono concentrati su chi aveva già high skill. L’obiettivo, invece, deve essere quello di raggiungere una grande quota di lavoratori e non cha appartengono a settori a rischio, ricorrendo anche alle nuove tecnologie che offrono opportunità efficaci e a basso costo per ridurre questo gap formativo.

Luca Rossi



Articoli in questo numero

  • Elettrovalvole custom per i mercati globali

    Da azienda famigliare ad azienda manageriale con profilo internazionale nella produzione di elettrovalvole. Dopo la fase di espansione sui mercati globali, ODE si appresta al secondo step del suo piano di crescita: ampliare il portafoglio prodotti e...

  • Caricatore agricolo silenzioso

    La pompa Silence Plus di Bosch Rexroth genera la pressione necessaria per il funzionamento dell’impianto oleoidraulico in modo estremamente silenzioso. Una soluzione adatta per non disturbare persone e animali vedi articolo

  • In foresta con oleoidraulica e PLC

    Le macchine per la lavorazione del legname in foresta sono segatrici e spaccalegna. Si tratta di sistemi automatici che utilizzano la forza dell’oleoidraulica. Gli automatismi, invece, sono gestiti daPLC. L’operatore può assumere il ruolo di solo supervisore...

  • Un software per l’agricoltura 4.0

    Connected Vineyard accoglie diverse tecnologie, le connette e le integra tra loro fornendo all’agricoltore un unico strumento con il quale interagire in tutte le fasi del processo di gestione della vigna. Sensori, programmi, gps e droni sono...

  • Il progresso scende in campo

    Alcuni prodotti costruiti da Maschio Gaspardo sono sottoposti a condizioni di lavoro critiche. È necessario, quindi, garantire la massima affidabilità del prodotto in un ampio range di utilizzo. La progettazione di macchine e sistemi si basa sulla...

  • La crisi è ancora in campo

    Nella prima metà dell’anno le vendite di trattori segnano un decremento del 4,4% rispetto allo stesso periodo 2015, e un calo del 4,1% registrano le mietitrebbiatrici. FederUnacoma, l’associazionedi categoria, chiede un piano di rilancio anche con incentivi...

  • Abb

    I motori SynRM di ABB uniscono i vantaggi di affidabilità e semplicità dei motori a induzione e l’efficienza dei motori sincroni a magneti permanenti senza utilizzare i magneti, dicono i tecnici aziendali. La novità dei motori sincroni...

  • Beckhoff

    Con la serie di servomotori ad alte prestazioni con One Cable Technology (OCT), Beckhoff offre un sistema di automazione completo. I servomotori sincroni rotanti, disponibili in formato standard e acciaio inox, sono caratterizzati da elevata dinamica, ed...

  • Bosch Rexroth

    Bosch Rexroth espande la propria gamma di trasmissioni dirette per caricatrici cingolate compatte e altri veicoli cingolati con il nuovo motore a pistoni radiali MCR-T taglia 10. La nuova unità è di circa il 20% più compatta...

  • Elcis Encoder

    La Elcis Encoder presenta la rinnovata e ampliata gamma di encoder incrementali ad albero cavo che trova sempre maggiore utilizzo nelle applicazioni industriali. Il know-how dell’azienda per questi trasduttori è evidenziato dai numerosi brevetti depositati. Gli encoder...

  • Ever Elettronica

    Il motore MT23HE31042B4G1, della nuova serie di motori HE ad alta efficienza di Ever Elettronica è un motore passo passo Nema 23 ibrido, a 200 passi/giro e con predisposizione al montaggio di un encoder incrementale. È dotato...

  • Gefran

    Con i nuovi alimentatori SMB e FFE, Gefran offre un catalogo di alimentatori ancora più completo. Grazie alla conversione della rete di alimentazione alternata trifase in una tensione continua, gli SMB e FFE permettono di alimentare tramite...

  • Leroy-Somer

    Progettato secondo le ‘vaste competenze tecnologiche e industriali’ di Leroy-Somer, il motore autofrenante FBB può essere facilmente integrato nella maggior parte di applicazioni a velocità fissa e velocità variabile, ‘garantendo sicurezza di funzionamento e lunga durata di...

  • Mitsubishi Electric

    Con l’introduzione del modello MR-J4-GF della famiglia Melservo MR-J4, di Mitsubishi Electric, è possibile ora integrare le funzionalità motion control nell’Industrial Ethernet Network CC-Link IE da 1 Gigabit, avendo quindi a disposizione una soluzione totale e integrata...

  • Nord Drivesystems

    Gli azionamenti intelligenti di Nord Drivesystems con PLC integrato hanno una dotazione completa per potere eseguire le sequenze di controllo nelle più svariate applicazioni. Dotati di numerose interfacce per sensori e di un’ampia diagnostica, nonché di funzioni...

  • Omron

    Il nuovo servoazionamento 1S di Omron è stato progettato per soddisfare le più recenti necessità di automazione delle macchine. La tecnologia impiegata ottimizza completamente il ciclo di progettazione della macchina, dall’installazione alla messa in servizio fino alle...

  • Panasonic

    Della famiglia Panasonic DC Brushless Minas BL sono disponibili Minas BL GV e Minas BL GP 50 W anche nella versione con alimentazione a 24 V in continua. Questi prodotti sono adatti a tutte le situazioni dove...

  • Parker Hannifin

    I servomotori EY, di Parker Hannifin, certificati per l’impiego negli ambienti Atex Zona 2 (per atmosfere con gas e polvere) fino a 40 °C oppure 60 °C, raggiungono velocità fino a 6.800 giri/min, potenza di uscita fino...

  • Phoenix Contact

    La gamma di relè statici trifase Phoenix Contact Contactron, che permette di integrare in soli 22,5 mm fino a 4 funzioni per la gestione di un motore asincrono trifase di potenza massima di 3 kW, si è...

  • Pilz

    I motori sincroni rotativi della serie PMCtendo SZ di Pilz sono nati con una tecnologia costruttiva che permette di avere un rapporto fra coppia e volume più elevato rispetto ad altre scelte. Ciò è stato possibile grazie...

  • Redex

    Per il settore macchina utensile, Redex produce azionamenti asse pignone e cremagliera a gioco zero, cambi velocità dentro e fuori mandrino, motomandrini e comandi tavole tornitura fresatura. Il progresso tecnologico, l’impegno assoluto per la qualità e il...

  • Rockwell Automation

    La gamma di motori VP di Rockwell Automation permette di avere a disposizione una motorizzazione dove potenza, encoder e freno di stazionamento sono all’interno di un unico cavo. La gamma è composta dai modelli VPL (low inertia)...

  • Servotecnica

    Annunciare l’uscita di una nuova motorizzazione non sempre è indice di novità tecnologica, ma il Motion Control System di Faulhaber, rappresentata da Servotecnica è ‘una novità assoluta’. La serie MCS 3242 con motore brushless da 70 mNm...

  • SEW-Eurodrive

    SEW-Eurodrive completa la sua gamma di riduttori a coppia conica a due stadi con K..39 e K..49. Le due nuove unità della serie K sono in grado di operare con coppie massime di 300 Nm e 500...

  • Varvel

    I riduttori ad assi paralleli RN e quelli ortogonali RO-RV del Gruppo Varvel ‘garantiscono massima flessibilità e adattabilità all’utilizzo finale da parte della clientela internazionale’. Sei grandezze – realizzate in pressofusione in alluminio e in ghisa grigia...

  • Wittenstein

    La nuova piattaforma completamente scalabile di servoattuatori di Wittenstein è denominata premo. La flessibilità e il principio modulare che ne stanno alla base permettono di ottenere unità motore-riduttore configurate in modo ottimale in funzione dei diversi livelli...

  • Vipa Italia

    VIPA Italia presenta il pacchetto SPRiPM di Yaskawa, che abbina un motore a magneti permanenti con un inverter della serie V 1.000 o A 1.000 con un apposito firmware che ne facilita l’accoppiamento. Con questi prodotti si...

  • FAI Filtri, l’etica al centro

    FAI Filtri festeggia quest’anno 40 anni di attività nella filtrazione. La sua è una storia di successo che, accanto alla qualità riconosciuta del prodotto, si fonda su una visione etica: qui gli utili vengono reinvestiti, le persone...