Inserti in metallo duro per bloccare

Pubblicato il 17 ottobre 2013

SinterGrip di OML nasce dall’esigenza di bloccare un pezzo per meno millimetri possibili (‘con SinterGrip 3,5 mm di presa’) consentendo così di: poter lavorare il pezzo completamente in un’unica fase (soprattutto per macchine a 5 assi); risparmiare sulle materie prime, specie quando queste hanno una grossa incidenza sul prezzo; avere maggiori velocità di taglio e avanzamento, con conseguente maggior volume di truciolo asportato e minore tempo per lavorare il pezzo. SinterGrip sono degli inserti in metallo duro sinterizzato tipo ISO P30:P35 e rivestito con metodo PVD.

Il grande vantaggio di SinterGrip è la combinazione di questo materiale abbinato con la propria affilatura delle cuspidi, la speciale forma conica (5 gradi) della sezione dell’inserto e la speciale forma triangolare. SinterGrip incide penetrando il materiale da lavorare e crea accoppiamenti con totale assenza di giochi, scaricando forze e vibrazioni e diventando un corpo unico con la morsa  e/o l’attrezzatura di bloccaggio e il pezzo in lavorazione.



Contenuti correlati

  • Fabbrica digitale secondo DMG Mori

    Molte le novità DMG Mori presentate alla EMO di Hannover. Con il motto ‘Path of Digitization’ come filo conduttore, l’azienda ha illustrato la sua via al futuro della ‘fabbrica digitale’ con numerosi software, prodotti e servizi. Grande...

  • Più produttivi con il CAD/CAM Tebis

    Tebis, fornitore di processi per lo sviluppo, la progettazione e la produzione di modelli, stampi e componenti meccanici ha presentato in anteprima alla EMO di Hannover la versione 4.0 R5 del suo software CAD/CAM, il cui rilascio...

  • Teste ad angolo

    OMG presenta sul mercato una gamma rinnovata e ampliata di teste ad angolo, studiate per consentire una riduzione di tempi e costi nelle lavorazioni meccaniche evitando ulteriori piazzamenti del pezzo. Le teste ad angolo serie TA, applicate...

  • Depuratore autopulente a tamburo

    La serie Spin proposta da Micronfilter fa parte dei depuratori cosiddetti autopulenti a tamburo. Progettata per la filtrazione di volumi consistenti di liquido lubrorefrigerante, senza che ciò comporti la gestione di materiali filtranti a perdere, Spin utilizza...

  • Segatrice semiautomatica elettroidraulica

    MEP presenta la nuova Shark 652 SXI evo H, segatrice semiautomatica elettroidraulica a doppia colonna, con nastro da 6.700 x 41 x 1,3 mm per tubi e travi compresi in 650 x 450 mm a 0°, che...

  • Rettifiche fini pianparallele

    Le macchine Melchiorre serie ELC sono progettate per ottenere, in un solo passaggio, valori di planarità, tolleranza, spessore e parallelismo elevati, compatibili con l’asportazione richiesta. Hanno una struttura estremamente rigida, che permette l’impiego di opportune mole in...

  • Micrometro laser

    Meclab, proposto da Aeroel, è uno strumento preciso e flessibile, adatto alla misura del diametro di pezzi cilindrici, alberini, rulli di gomma, pezzi torniti e rettificati, utensili in metallo duro. È ideale per il controllo di accettazione,...

  • Torni a cinque guide

    Questa edizione di EMO, coincide con i venticinque anni di attività di MCM, costruttrice di torni paralleli, torni ad autoapprendimento e a CNC, con altezza punte da 180 mm a 1.200 mm e distanza punte da 1.000...

  • Rettificatrice interna

    Machine Matrix Tool, azienda che celebra quest’anno il centenario della sua fondazione, è specializzata in macchine smerigliatrici e macchine a CNC per la filettatura di precisione, ma dispone anche di un’ampia gamma di rettificatrici interne ed esterne...

  • Centro di lavoro a elevata modularità

    Spark 2600X, presentato da Mandelli, è un centro di lavoro per grandi componenti in configurazione a T rovesciata con il movimento dell’asse Z sulla tavola e dell’asse X sul montante. Gli importanti dati del pezzo lavorabile (diametro...

Scopri le novità scelte per te x